Aspettando “Leggere & Scrivere”, il procuratore Gratteri a Vibo per l’anteprima del Festival

Dal 17 al 22 luglio Palazzo Santa Chiara ospiterà il ciclo di eventi messi in campo dal Sbv in collaborazione con il Comune di Vibo Valentia

Dal 17 al 22 luglio Palazzo Santa Chiara ospiterà il ciclo di eventi messi in campo dal Sbv in collaborazione con il Comune di Vibo Valentia

Informazione pubblicitaria
Nicola Gratteri
Informazione pubblicitaria

Un evento dal sapore passato, che ricorda i cinema all’aperto degli anni “d’oro” di Vibo Valentia Dal 17 al 22 luglio la città si prepara ad accogliere “Aspettando il Festival Leggere & Scrivere”. Il progetto è promosso dal Sistema bibliotecario vibonese in collaborazione del Comune di Vibo Valentia, con l’intento di mantenere accesi i riflettori sui temi di stretta attualità che necessitano di riflessioni e confronto. Il ciclo di eventi che anticipa l’ormai tradizionale kermesse autunnale, è stata presentato in apposita conferenza stampa a palazzo “Razza”, alla presenza del sindaco Elio Costa, Gilberto Floriani e Maria Teresa Marzano, direttori artistici del “Festival Leggere & Scrivere”. Al tavolo dei relatori anche il vicesindaco Raimondo Bellantoni e Rosita Mercatante, nelle vesti di moderatrice.

Informazione pubblicitaria

Gli ospiti di “Aspettando il Festival Leggere&Scrivere”. Nel vivo delle attività si entrerà il 17 luglio, con la proiezione del film “Lion” di Garth Davis. Nella giornata successiva, il 18 luglio, il procuratore della Repubblica di Catanzaro Nicola Gratteri presenterà il volume “L’inganno della mafia. Quando i criminali diventano eroi”. Un libro particolarmente apprezzato, come anticipato da Maria Teresa Marzano, che rappresenta una vera e propria “indagine sociologica”, con al centro la “mitizzazione” della figura del mafioso. Il procuratore sarà introdotto dal sindaco Elio Costa, mentre l’appuntamento sarà coordinato dalla giornalista Paola Bottero. I film “E’ stato il figlio”; “La pazza gioia”; “Non essere cattivo”, animeranno le serate del 19, 20 e 21 luglio. “Aspettando il Festival” chiuderà la settimana (22 luglio) con la performance teatrale “Briciole” di e con Paolo Cutuli: «alla sua 80esima replica dello spettacolo – ha continuato la direttrice artistica – racconterà 10 storie d’amore drammatiche e comiche». Gli ingressi singoli avranno un costo di 5 euro; l’abbonamento, 20 euro.

Le dichiarazioni dei promotori del progetto. Il sindaco Elio Costa, nel valutare il programma, lo ha ricollegato al periodo storico dei “cine-club”. Anni vissuti dalla comunità con grande partecipazione, «ricordati con grande sentimento e legati alla figure di persone che non ci sono più». In merito al presente il primo cittadino ha parlato della possibilità per Vibo Valentia di “essere recuperata” ed eletta “centro culturale importante”. Parole che hanno fatto eco nel discorso del direttore Floriani il quale ha specificato la location delle serate, contestualizzate nel cortile interno di palazzo “Santa Chiara”: «Un’iniziativa realizzata a costo zero – ha evidenziato – tenendo in considerazione il clima in cui ci troviamo e i temi dinanzi ai quali siamo continuamente chiamati a confrontarci».

LEGGI ANCHE:

Tropea Festival, cala il sipario sulla quinta riuscitissima edizione

Salone del libro, il Tropea Festival omaggia Corrado Alvaro a Torino