“Life”, negli scatti di Raffaele Montepaone prende forma la “Calabria vera”

Dopo la premiazione al MIA PhotoFair, il progetto dell’apprezzato fotografo vibonese approda in Toscana al “RaM Sarteano”. Nell’occasione l’artista presenterà il suo libro “Life - istantanee di Calabria” con la prefazione di Ferdinando Scianna

Dopo la premiazione al MIA PhotoFair, il progetto dell’apprezzato fotografo vibonese approda in Toscana al “RaM Sarteano”. Nell’occasione l’artista presenterà il suo libro “Life - istantanee di Calabria” con la prefazione di Ferdinando Scianna

Informazione pubblicitaria
Le opere di Montepaone in esposizione a Sarteano

«“Life” sono emozioni, un progetto, una mostra di fotografie artistiche, un libro, un modo di catturare per sempre l’essenza della parte più vera della Calabria. Il lavoro di Raffaele Montepaone è partito dalla ricerca sul territorio delle donne centenarie capaci di rappresentare l’anima di una terra, quasi “oggetti archeologici”, come definiti dal maestro Scianna. Ne è nato qualcosa di grande, capace di andare oltre il luogo comune, il pittoresco, e di restituire emozioni su ogni particolare».

È quanto si legge nella presentazione del progetto “Life” del fotografo Raffaele Montepaone che verrà presentato ufficialmente domani in provincia di Siena. Il giovane fotografo vibonese è un esempio eccellente di come la Calabria sia capace di esportare talenti.

“Life” approda dunque in Toscana, a Rocca Manenti (Sarteano, Siena), a seguito del premio ricevuto a marzo da Raffaele Montepaone durante l’esposizione al MIA PhotoFair 2017, la più grande fiera di fotografia italiana, diretta da Fabio Castelli. “RaM Sarteano”, la rassegna che ospiterà gli scatti di Montepaone, alla sua prima edizione, ha l’obiettivo di far emergere e supportare nuove proposte artistiche “che contribuiscano allo sviluppo dell’arte contemporanea del nostro Paese”.

«Un premio – si spiega – che parla doppiamente calabrese: calabrese è Raffaele Montepaone (foto), il primo vincitore (il secondo è Marshal Vernet), calabresi sono i volti, le mani, le rughe, la fatica e il movimento del progetto Life (nella foto Memoria), capaci di racchiudere in ogni fermo immagine (perché le singole foto sono narrazioni in continuo movimento) la storia, la tradizione, la cultura e l’amore della (e per la) nostra Calabria».

Domani, sabato 15 luglio, ci sarà dunque l’inaugurazione della mostra di Montepaone. «Le sue anziane, simbolo di bellezza e resilienza, i volti, le mani, le rughe, la fatica e il movimento del progetto “Life”, capaci di racchiudere in ogni fermo immagine la storia, la tradizione, la cultura e l’amore per la Calabria, rimarranno al castello fino al 30 settembre. Due le mostre: la sua e quella dell’americano Marshall Vernet.»

Domani, con l’apertura di “Life”, si apre anche un nuovo percorso: Raffaele Montepaone presenterà infatti il suo volume “Life – istantanee di Calabria” con la prefazione del maestro Ferdinando Scianna, «che racchiude un percorso di vita e di emozioni».

LEGGI ANCHE:

«Io nell’inferno di Parigi»: la testimonianza del fotografo Raffaele Montepaone

“Water warriors”, al Valentianum di Vibo la mostra di Lynn Johnson del National Geographic