Iaia Forte e Cumededè tengono a battesimo “Estate a Casa Berto”

Inaugurata ieri sera a Capo Vaticano la terza edizione della rassegna culturale. Nel giardino che fu dello scrittore veneto decine di appassionati di musica e letteratura. Gratteri dà forfait

Inaugurata ieri sera a Capo Vaticano la terza edizione della rassegna culturale. Nel giardino che fu dello scrittore veneto decine di appassionati di musica e letteratura. Gratteri dà forfait

Informazione pubblicitaria

E’ decollata ieri sera, in un giardino gremito di pubblico, la terza edizione di “Estate a Casa Berto”, l’evento culturale che si svolge a Capo Vaticano per il terzo anno consecutivo e che vede l’alternarsi sul palco di giornalisti, musicisti e attori, in un tributo costante al grande scrittore e alla presenza della figlia Antonia, che ha ideato con Jo Lattari e Marco Mottolese tutte le edizioni. 

Il reading di Iaia Forte, la grande attrice napoletana, ha incantato la platea: vivido il profilo dei protagonisti del romanzo di Elsa MoranteL’Isola di Arturo” grazie alla  lettura realistica e poetica al medesimo tempo dell’attrice, ieri in particolare stato di grazia. 

Le letture erano state precedute da un concerto di apertura dei Cumededè, gruppo cosentino capitanato dal maestro Checco Pallone e dal sopraffino violinista Piero Gallina. I Cumededè, che presentavano il loro ultimo album, Nicciabaca e per la seconda volta a “Estate a casa Berto”, hanno dimostrato una raggiunta sapienza di accordi e musiche mediterranee riscaldando l’ambiente e stupendo gran parte del pubblico proveniente da fuori. Alternando linguaggi del sud, dal napoletano, al siciliano al calabrese, con rivisitazioni di musiche tradizionali accompagnate da sonorità e strumentazioni ormai uniche. Minuti e minuti di applausi a chiudere il concerto. 

L’evento continua fino al 3 agosto. L’associazione culturale casa Berto a Capo Vaticano, fondata quest’anno, dialogherà anche con le scuole e si pone quale “parco letterario” ideale, unico nel suo genere, sia per la bellezza del luogo ma anche per il ripetersi di attività culturali atte a prolungare le eccelse qualità letterarie e umane che furono di Giuseppe Berto.

Nicola Gratteri non sarà a “Estate a casa Berto” il 31 luglio

L’incontro previsto domani, lunedì 31 luglio, tra il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri e il giornalista Paolo Mieli non si terrà per impegni che vedono fuori regione il magistrato. Confermata invece la presenza di Paolo Mieli.

Antonia Berto, in nome della “Associazione Casa Berto”, che quest’anno celebra la terza edizione nel nome del grande scrittore, ha detto: «Comprendiamo perfettamente le esigenze del Procuratore, pur essendo dispiaciuti di non poterlo riascoltare anche in questa edizione estiva. Lo invitiamo fin d’ora ad essere presente da noi a Capo Vaticano appena i suoi impegni lo permetteranno». 

LEGGI ANCHE:

“Estate a casa Berto”, ecco il programma e le novità

“Estate a casa Berto”, il “Premio del Capo” a Gratteri, Mieli e Mollo