A Giuseppe Ingoglia il Premio Vincenzo Crucitti international

L'artista vibonese insignito come attore, speaker e doppiatore emergente. Il direttore Fiumarella: «Spesso certi talenti non sono valorizzati come si dovrebbe»
L'artista vibonese insignito come attore, speaker e doppiatore emergente. Il direttore Fiumarella: «Spesso certi talenti non sono valorizzati come si dovrebbe»
Informazione pubblicitaria
L'attore vibonese Giuseppe Ingoglia

C’è anche il vibonese Giuseppe Ingoglia tra gli artisti insigniti del Premio Vincenzo Crucitti International, il cui conferimento – alla luce delle restrizioni legate alla pandemia da Covid 19 – è avvenuto per via telematica. Ingoglia è stato premiato come attore, speaker e doppiatore emergente.  «L’intento di perseguire l’obiettivo delle premiazioni anche in quest’anno così difficile – spiega il patron Francesco Fiumarella – è stato principalmente quello di continuare a stimolare gli artisti e quanti dediti al mondo del cinema e della cultura per non abbattersi, per non rinunciare a credere nel loro lavoro, per continuare a sognare e come fanciulli credere che un mondo migliore si potrà sempre costruire».

Insomma, nonostante la pandemia il Premio Crucitti non si è fermato, anzi si è rinnovato in «una scoperta continua di persone che studiano, amano l’arte e la cultura, il cinema e la musica, lo sport, il canto, la danza, amano scrivere e creare… Un mondo di lavoratori, veri, sì proprio così, veri – continua Fiumarella – chi alle prime armi, chi già avviato, chi professionalmente realizzato da parecchi lustri; decine, centinaia di lavoratori che spesso non sono valorizzati come si dovrebbe; che lottano giorno per giorno per “sfondare quella porta” ed avere un po’ di spazio, di visibilità e riconoscimento che giustamente meritano ma che tarda ad arrivare o per molti a volte chissà se arriverà».