Il carro vincitore di quest'anno
Cultura

Pienamente riuscita la manifestazione che ha visto i partecipanti cimentarsi sul tema del “Made in Italy”. Ecco la classifica finale. E domani si replica

“Vivere è come volare, ci si può riuscire soltanto poggiandosi su cose leggere”. È con questo spirito, intriso di spensieratezza, congenita nei bambini, che si è vissuto la terza edizione del Carnevale sancalogerese. L’evento tenutosi domenica pomeriggio, ha registrato anche quest’anno un significativo successo di pubblico e di critica. Non a caso, è stato definito dal presidente territoriale dell’Unione Pro Loco d’Italia (Unpli) Pino Maiuli, presente alla manifestazione, tra i carnevali più belli della provincia.

Merito senz’altro della sinergia messa in campo dall’ente organizzatore - la Pro Loco, guidata da Michele Monteleone - e dai capitani e attivisti dei vari quartieri del paese, che non poche energie hanno profuso per allestire un carnevale all’altezza della situazione, ricco di valenza culturale e di lavoro di ricerca.

La festa ha preso le mosse da viale Aldo Moro, con la sfilata dei carri allegorici e il corteo mascherato, proseguendo poi per viale della Musica fino all’arrivo in piazza Mercato, dove si è concentrato il grosso della manifestazione. Qui i vari rioni, che lo ricordiamo, dovevano interpretare gli usi, i costumi e le tradizioni di una regione italiana sulla base del tema scelto per l’occasione - il made in Italy - hanno potuto sfoggiare tutta la loro creatività con delle simpatiche coreografie di gruppo.

Al termine degli spettacoli, ben diretti dalla bravissima Valentina Crudo, una giuria ad hoc ha emesso i verdetti assegnando la palma di carro più bello al rione “Fontana vecchia” (con Pinocchio di Collodi, regione Toscana). Al secondo posto si è classificato il quartiere “Calvario” con la lupa romana (per il Lazio), al terzo, il rione “Schioppo” con la Mole Antonelliana (per il Piemonte). A seguire si son piazzati il rione “Pigna” con l’allegoria del traghetto (per la Sicilia), il “Vignale” con il tempio dorico di Capocolonna (per la Calabria) e la “Torretta” con il trullo per la Puglia.

Per il corteo mascherato si sono classificati nelle prime tre posizioni i quartieri “Calvario”, “Pigna” e “Schioppo”. E per chi non ne avesse ancora abbastanza, domani, martedì 13 febbraio, si replica (in piazza Mercato, alle ore 16) con la sfilata delle mascherine, la rassegna dei carri allegorici e la rappresentazione scenica de “A morti di Carnalavari”.

LEGGI ANCHE:

Carnevale 2018 | Giornata di sfilate e allegria in molti centri del Vibonese (VIDEO)

Mileto si prepara al “Carnevale dei carnevali”: il 18 febbraio sfilano i migliori carri della provincia