Carattere

Il progetto coinvolge molte altre realtà del Mezzogiorno e punta all'organizzazione di eventi in tutto il Sud Italia

Cultura

«L'unione fa la forza e, in questo caso, la cultura». Con queste parole, il Sistema bibliotecario vibonese annuncia l’adesione alla “Rete dei festival del Sud”. Il network, concretizzato grazie all’impegno di Napoli “Città Libro” e di molte altre realtà del Mezzogiorno, punta all'organizzazione di eventi in tutto il Sud Italia.

Un progetto ambizioso che vanta l’adesione delle più note iniziative a carattere letterario tra cui i Festival di Palermo, Salerno, Potenza, Matera, Palmi, Trani, Lamezia Terme, Reggio Calabria, Messina, Calitri, Padula, Vibo Valentia e Aliano. Una tappa storica anche per la città di Vibo Valentia, rientrata tramite il successo del “Leggere&Scrivere”. Il festival, oltrepassando i confini regionali, si è attesto come principale evento dedicato alla cultura in città, catalizzando l’attenzione di intellettuali e studiosi.

Nell’evidenziare le realtà del territorio che rientreranno nella “Rete”, tra cui il Trame Festival della città della Piana, il Festival del diritto di Palmi e Sciabaca festival di Soveria Mannelli, per citarne alcuni, Gilberto Floriani, direttore del Sistema bibliotecario vibonese ha parlato dell'importanza del lavoro svolto in sinergia e della collaborazione tra gli operatori del settore. Una tappa storica per un unico obiettivo: «Rilanciare il sud Italia con un movimento culturale autorevole e credibile».

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook