Ionadi, cambio della guardia alla guida della Pro loco: Pesce presidente

Si rinnova il direttivo della locale associazione culturale: «Ripartiamo da quanto fatto dai nostri predecessori» 

Si rinnova il direttivo della locale associazione culturale: «Ripartiamo da quanto fatto dai nostri predecessori» 

Informazione pubblicitaria
La sede della Pro loco di Ionadi
Informazione pubblicitaria

Una realtà aperta a tutte le forze positive, alle collaborazioni con le altre associazioni attive sul territorio e nella regione, che con grande voglia di fare riesca a mettere in campo progetti tesi al rilancio e a far rivivere il meglio delle tradizioni del ridente comune vibonese. 

Informazione pubblicitaria

Sono questi i propositi del nuovo presidente della Pro Loco di Ionadi Enzo Pesce (foto), per i prossimi 4 anni affiancato all’interno del direttivo dell’ente dal vicepresidente Rosa Maria Currà, dal segretario Nicola Calzone, dal tesoriere Francesco Bertuccio e dal consigliere Francesco Tavella

Una squadra «determinata e pronta a rimboccarsi le maniche», che così come ribadisce nell’occasione la neo guida «ha già dimostrato di avere le idee chiare, riprendendo una vecchia tradizione e organizzando nelle scorse festività natalizie un Presepe vivente che nella sua semplicità è riuscito ad unire e a parlare la lingua della fraternità e dell’amicizia. Tra i figuranti di questa sacra rappresentazione – spiega Pesce – erano presenti anche un ragazzo cristiano-ortodosso dell’Eritrea e due giovani musulmani, tutti provenienti dal locale Centro di accoglienza per minori stranieri non accompagnati “Il sole che splende”». 

Un Presepe vivente all’insegna dell’accoglienza e del rispetto dei popoli, dunque, «stesso spirito con cui la Pro loco apre oggi le porte alla nuova campagna di tesseramento. Spero nelle nuovi iscrizioni – conclude il neo presidente – perché l’associazione deve rappresentare tutto il territorio. Abbiamo tanta voglia di fare. Ci attiveremo non solo nel campo della cultura, ma anche proponendo iniziative sociali che aggreghino e facciano divertire. Ringrazio il presidente uscente Antonella Furfaro e i suoi collaboratori per il lavoro svolto con passione e dedizione precedentemente. Da lì vogliamo ripartire per dare nuovo slancio e per far crescere sempre di più la Pro loco e il nostro paese».