Carattere

L’associazione, nell’ultimo appuntamento de “I percorsi della memoria, approfondisce la storia di centri mitici di cui si sono perse le tracce.

La locandina dell'iniziativa
Cultura

Ultimo appuntamento della sessione autunnale de “I percorsi della memoria”, sabato 12 dicembre, alle ore 17, presso il Complesso monumentale Santa Chiara di Vibo Valentia, Carmelo Colelli terrà un seminario su “Città scomparse in Magna Grecia”. Introdurrà Annagioia Gaglianò.

L’evento, organizzato dai giovani soci dell’Associazione Culturale Mnemosyne, in collaborazione con il Sistema Bibliotecario Vibonese, ha come obiettivo la diffusione scientifica di temi legati ad archeologia, storia e architettura al fine di riscoprire e valorizzare le risorse tangibili e intangibili del territorio vibonese e calabrese.

Gli incontri de “I percorsi della memoria” sono tenuti da giovani studiosi calabresi che lavorano attivamente nell’ambito della ricerca archeologica, sia a livello pratico sia a livello teorico, realizzando rilevanti progetti di portata non solo nazionale ma anche internazionale.

Abstract - Nella tradizione letteraria greca e latina si trovano i nomi di numerose città che sorgevano nel Mezzogiorno d’Italia e di cui successivamente si sono perse le tracce. Spesso si tratta di centri mitici i cui fondatori erano personaggi dell’epos come Eracle, Odisseo o Agamennone. Nel corso del medioevo i racconti e le tradizioni sull’identità culturale del mondo antico sembrano scomparire relegando all’oblio i nomi e le informazioni legate a queste mitiche città. A partire dall’Umanesimo, l’interessamento per l’epoca classica riporta l’attenzione su queste città scomparse, generando ipotesi spesso arbitrarie e fantasiose sulla reale ubicazione dei centri. Le proposte, a volte spinte da puro spirito di campanilismo oppure da suggestioni legate al rinvenimento di ruderi antichi, si sono radicalizzate nelle tradizioni popolari e nelle comunità tanto da essere accettate a priori. Nel corso del seminario si ripercorreranno esempi eclatanti per evidenziare i tratti comuni nelle varie saghe e nelle leggende e proporre alcune riflessioni.

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook