Carattere

Si tratta dei 21enni Francesco Valensise, di Gerocarne, e Gabriele Crudo, di San Costantino Calabro che hanno convinto una commissione mista composta da docenti Alma e da 51 visiting chef

Da sinistra Francesco Valensise e Gabriele Crudo con il diploma
Economia e Lavoro

Il Vibonese può vantare - tra le sue migliori professionalità emergenti - due nuovi cuochi professionisti diplomatisi, insieme ad altri 67 ragazzi (tra cui 12 donne) provenienti da tutta Italia, alla Scuola internazionale di cucina Italiana Alma, fondata nel 2004 da Gualtiero Marchesi a Parma. Si tratta di Francesco Valensise, 21 anni, di Gerocarne, e di Gabriele Crudo, 21 anni, di San Costantino Calabro. I due novelli cuochi hanno convinto con le loro preparazioni una commissione mista, composta da docenti Alma, sotto il coordinamento del direttore didattico chef Matteo Berti, e da 51 visiting chef, che, insieme, totalizzavano 26 stelle Michelin. Tra i giurati presenti, l’executive chef Riccardo Monco, del ristorante tristellato “Enoteca Pinchiorri”; in rappresentanza di ristoranti bi-stellati, Valeria Piccini, chef patron del ristorante “Da Caino”, Simone Monco, sous chef di Antonino Cannavacciuolo a “Villa Crespi” e Christian Conidi, sous chef al ristorante “Antica Corona Reale”. Miglior studente della 40esima edizione del Corso Superiore di Cucina Italiana un 21enne di Matera, Michele Di Già, ora stabilmente nella brigata del ristorante “Osteria Francescana”, sotto la guida dello chef Massimo Bottura, da pochi mesi tornato sul tetto del mondo, avendo conquistato per la seconda volta (dopo quella del 2016) la testa del World’s 50 Best Restaurants. «In virtù di un percorso didattico sfidante, della durata di 10 mesi - spiega il direttore generale Andrea Sinigaglia -, che è culminato nello stage prima e nell’esame finale poi, sotto lo sguardo di alcuni tra i più grandi interpreti della Cucina Italiana d’autore, i nostri diplomati sono ora pronti ad affrontare le difficoltà del lavoro quotidiano».

LEGGI ANCHEGiovane cuoco vibonese tra i diplomati del 35esimo corso Alma

 

Seguici su Facebook