Moda sostenibile: Monterosso Calabro festeggia l’Oscar in paese (VIDEO)

Nella sala consiliare del Comune presente tutta l’amministrazione, il prefetto di Vibo, diversi sindaci e tanti cittadini, veri custodi dell’arte della tintura dei vestiti

Nella sala consiliare del Comune presente tutta l’amministrazione, il prefetto di Vibo, diversi sindaci e tanti cittadini, veri custodi dell’arte della tintura dei vestiti

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Grande festa a Monterosso Calabro. Sindaco e assessori, unitamente alla delegazione premiata, hanno voluto presentare al pubblico il premio Green Carpet fashion award, conosciuto come l’Oscar della moda sostenibile, ricevuto a Milano dalla Camera Nazionale Moda Italia. La cerimonia si è svolta nella sala consiliare del Comune e per l’occasione sono arrivati a Monterosso il prefetto di Vibo Valentia Giuseppe Gualtieri, l’assessore all’Urbanistica della Regione Calabria Franco Rossi, il comandante dei carabinieri della Compagnia di Serra San Bruno Marco Di Caprio, il maresciallo della locale Stazione Giuseppe Fortunato, il parroco don Oreste Borrelli, la Croce Rossa, la Protezione civile, il presidente del Parco delle Serre Pino Pellegrino e molti sindaci del Vibonese che hanno voluto portare il saluto ed esprimere le loro congratulazioni per l’Oscar ricevuto alla scala di Milano. Insieme a loro, i cittadini di Monterosso, ai quali l’amministrazione comunale ha voluto consegnare il premio come custodi della tradizione dell’arte della tintura dei vestiti. Visibilmente emozionato il sindaco, Antonio Lampasi, che ha voluto ringraziare i presenti e raccontare la serata trascorsa alla Scala di Milano. I complimenti a tutta la comunità sono arrivati anche dal prefetto Giuseppe Gualtieri, che ha auspicato che Monterosso sia da esempio per tutti i comuni della provincia in modo tale da far venir fuori tutto quello c’è di bello nei nostri territori, e dall’assessore regionale Franco Rossi il quale ha auspicato che tutta la Calabria riparta dai piccoli borghi e dalle sue tradizioni. La serata si è chiusa con l’inno che ha accompagnato la delegazione monterossina durante tutta permanenza a Milano, “samu jamu, amu jamu” (se dobbiamo andare, dobbiamo andare) slogan coniato dal “capopopolo” Giacomo Puzzello. 

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHEDalle miniere ai vestiti: Monterosso vince l’Oscar della moda sostenibile

Dalle miniere di Monterosso Calabro la prima t-shirt ecosostenibile alla grafite (VIDEO)