Organismo di composizione della crisi al via anche a Vibo

Gli avvocati presentano il nuovo ente che servirà a far fronte all’esposizione debitoria con i propri creditori

Gli avvocati presentano il nuovo ente che servirà a far fronte all’esposizione debitoria con i propri creditori

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Domani, martedì 27 novembre, alle ore 15,30 al 501 hotel di Vibo Valentia il consiglio dell’Ordine degli avvocati di Vibo Valentia procederà alla presentazione dell’Organismo di composizione della crisi. I lavori saranno coordinati dall’avvocato Maria Limardo, direttore della Scuola Forense, preceduti dai saluti dell’avvocato Giuseppe Altieri, presidente del locale Consiglio, a cui seguirà la relazione del referente dell’Occ, l’avvocato Cristina De Rose. Particolarmente attese le relazioni dei giudici delegati presso il Tribunale di Vibo Valentia, Mario Miele e Gilda Danila Romano, che tratteranno gli aspetti pratici connessi all’andamento dell’Organismo tratteggiandone il funzionamento a partire dalla presentazione della domanda di emersione dalla crisi fino ad arrivare ai criteri di meritevolezza e all’approvazione del piano di esdebitazione. Purtroppo la recente crisi economica globale ha avuto conseguenze drammatiche anche nei nostri territori ed ha comportato per molti soggetti gravi difficoltà economiche, determinando spesso una situazione di sovra-indebitamento ovvero una situazione nella quale il debito contratto è maggiore del reddito disponibile con sopravvenuta impossibilità ad adempiervi. La perdita del lavoro, una malattia prolungata, una errata programmazione delle proprie risorse, o qualunque altro evento avverso possono essere causa di profonde crisi economiche cui spesso consegue anche il ricorso all’usura se non addirittura al suicidio per come tristemente testimoniano le cronache. Con l’istituzione dell’Occ, l’Ordine degli avvocati di Vibo Valentia intende affrontare e contribuire a dare una risposta al grave problema sociale di quanti si trovino in stato di insolvenza ma non possono avvalersi di procedure legali per dilazionare i propri debiti e abbatterli parzialmente con l’accordo dei creditori. D’ora in poi consumatori, professionisti, piccoli imprenditori o piccole società artigiane e perfino i pensionati potranno rivolgersi all’Occ istituito nel Consiglio dell’Ordine di Vibo e, tramite un professionista esperto già formato dall’Ordine, avviare una procedura volta a conseguire la liberazione integrale dei propri debiti mediante un pagamento rateale concordato con i creditori ai quali potrà anche essere chiesto uno stralcio dell’esposizione debitoria. L’Ordine degli avvocati di Vibo Valentia, consapevole della funzione sociale che l’avvocatura rappresenta sul territorio, intende, con tale iniziativa, ribadire il proprio ruolo attivo e contribuire a fare fronte a situazioni di vita reale, ponendosi nel solco del necessario superamento di quegli squilibri socio-economici che, notoriamente, affliggono gran parte della nostra popolazione. Si dà pertanto corso ad uno strumento legale che consenta di emergere dalla crisi, poiché il debitore potrà rivolgersi all’Occ che è un ente terzo, imparziale e indipendente al fine di fare fronte all’esposizione debitoria con i propri creditori e provare a risolvere la crisi da sovra-indebitamento ottenendo l’esdebitazione. Il vantaggio per chi si avvale di queste procedure è quello di ottenere la liberazione di tutti i debiti pregressi. 

Informazione pubblicitaria