Viabilità nel Vibonese, presto al via la messa in sicurezza di due arterie strategiche

In fase di conclusione l’iter amministrativo per i lavori sulla “Brognaturo-Acqua del Sorcio” e della “Vibo Valentia-Portosalvo”

In fase di conclusione l’iter amministrativo per i lavori sulla “Brognaturo-Acqua del Sorcio” e della “Vibo Valentia-Portosalvo”

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

La Provincia di Vibo Valentia annuncia di essere giunta, attraverso la Stazione unica appaltante (Sua), alla fase conclusiva dell’iter amministrativo attinente ai lavori di rifacimento del piano viabile della strada provinciale n. 43, nel tratto “Brognaturo-Acqua del Sorcio”, e si trovarsi a buon punto per quanto riguarda gli adempimenti inerenti all’appalto per la messa in sicurezza della “Vibo Valentia-Portosalvo”, lungo la Sp. n. 11. Per quanto concerne la “Brognaturo-Acqua del Sorcio” si è già in dirittura d’arrivo per la stipula del contratto. Mentre per la “Vibo Valentia-Portosalvo” è in fase di pubblicazione, sull’albo pretorio dell’Ente, il relativo bando di gara. «Nonostante le note difficoltà economiche in cui versa la nostra Provincia, per via dello stato di default finanziario, abbiamo fatto di tutto per imprimere un’accelerazione all’avvio dei lavori di messa in sicurezza di due tratti stradali, giunti, ormai, al limite massimo di guardia ai fini dell’incolumità degli automobilisti – ha affermato il presidente della Provincia, Salvatore Solano -. Nel contempo, stiamo provvedendo a sanare, dando priorità agli interventi oggettivamente più necessari, tutte le situazioni pericolose che insistono sulle arterie provinciali. I fondi a disposizione – ha sottolineato Solano – sono esigui. Al momento alla nostra Provincia il Governo nazionale ha assegnato soltanto 300mila euro. Una cifra che, di fatto, ingessa la nostra attività amministrativa. Di questo, comunque, parleremo nella Conferenza dei sindaci che ho convocato per mercoledì prossimo. L’intento comune di tutti i rappresentati istituzionali del Vibonese, dovrà essere quello di ridare dignità a questo territorio, facendo sì che l’esecutivo nazionale, come avviene in altre realtà provinciali, elargisca fondi sufficienti a dare un volto nuovo, in termini di modernità e sicurezza, alla viabilità di una provincia come la nostra che – ha chiosato Solano -, dai monti al mare, vive prevalentemente di turismo».      

Informazione pubblicitaria