Trasversale delle Serre, Anas rischia sanzioni per i ritardi nei lavori

Il ministro per il Sud, Barbara Lezzi, ha spiegato che il governo intende imprimere un’accelerazione alle opere finanziate con il Fondo sviluppo e coesione. Soddisfatto il Comitato 

Il ministro per il Sud, Barbara Lezzi, ha spiegato che il governo intende imprimere un’accelerazione alle opere finanziate con il Fondo sviluppo e coesione. Soddisfatto il Comitato 

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

«Ci sentiamo di condividere con enorme piacere quanto annunciato dal ministro per il Sud, Barbara Lezzi, nel corso del question time di mercoledì scorso alla Camera dei deputati. Interrogata sul ritardo dei lavori nella realizzazione delle infrastrutture nel Sud Italia, la Lezzi ha detto chiaramente che il Governo intende dare un’accelerazione al completamento dei lavori, soprattutto a quelle opere che sono già da tempo state finanziate principalmente con il Fondo sviluppo e coesione, ma anche con altre provvidenze, e per le quali il ministero eserciterà un severo controllo con pesanti sanzioni per chi non li utilizza, siano essi enti pubblici (Anas) o società private». Lo afferma in una nota il presidente del Comitato Trasversale delle Serre-50 anni di sviluppo negato, Fioravante Schiavello richiamando l’attenzione sui ritardi che caratterizzano i lavori dell’importante arteria stradale e ricordando in particolare i fondi destinati ai tratti necessari al superamento del cimitero di Vazzano, finanziamento a valere su fondo unico Anas per 6,42 milioni di euro; superamento del colle Scornari, già finanziato con fondi dell’Apq Calabria per 14,3 milioni di euro e fondi del Contratto di Programma 2015 per 0,1 milioni di euro, per un totale di 14,4 milioni di euro; avvio dei lavori di costruzione della variante alla Ss182, lotto unico da Vazzano a Vallelonga, per un importo già finanziato di 128,45 milioni di euro a valere sul Fondo di sviluppo e coesione. In provincia di Catanzaro, nella stessa situazione, sono la bretella per Petrizzi, in uno stato di completo abbandono, per un importo di 2,7 milioni di euro già finanziato;  il Tronco 5 da Gagliato a Satriano, suddiviso in due lotti e tre cantieri (4° stralcio 1, 4° stralcio 2 e 5°) , è attualmente finanziato solo per un terzo, per un importo pari a 53,93 milioni di euro a valere sul Contratto di Programma 2015, (per il quale il Comitato ha suggerito l’adeguamento della strada provinciale Gagliato mare, con l’assicurazione di un progetto che tenga in debito conto tutti i sistemi di transitabilità e sicurezza). «Complessivamente, quindi – spiega Schiavello -, devono essere utilizzati per il completamento della Trasversale delle Serre più di 200.000 euro, su diversi fondi, il più cospicuo dei quali è quello a valere sul Fondo sviluppo e coesione per il tratto Vallelonga-Vazzano. A questo punto pensiamo che l’Anas, oltre a giustificarsi per i ritardi accumulati in 50 anni , debba accelerare le cosiddette pratiche burocratiche per arrivare al più presto alla cantierizzazione dei lotti mancanti. I cittadini della Provincia di Vibo Valentia e di Catanzaro , in particolare delle Serre e dell’Angitolano, non vogliono vedere spegnersi il proprio diritto ad avere strade sicure e percorribili, per cui Anas… cerchiamo tutti insieme di darci una mossa». 

Informazione pubblicitaria