Vibo Marina, riprendono i collegamenti in aliscafo con le Isole Eolie

Servizio bisettimanale in partenza dal porto con destinazione l’arcipelago e Milazzo. Per la Pro loco auspicabile l’attracco alla banchina Fiume ed il bus urbano dallo scalo marittimo alla stazione ferroviaria  

Servizio bisettimanale in partenza dal porto con destinazione l’arcipelago e Milazzo. Per la Pro loco auspicabile l’attracco alla banchina Fiume ed il bus urbano dallo scalo marittimo alla stazione ferroviaria  

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Riprende da domani, giovedì 20 giugno, la linea marittima per il collegamento bisettimanale con aliscafi dalla Sicilia-Isole Eolie al porto di Vibo Marina; un servizio pubblico importante che, a parere della Pro loco di Vibo Marina, andrebbe potenziato, «un’occasione che amministrazioni e politica devono cogliere in pieno ed adoperarsi, con interesse e lungimiranza, inserendola nei programmi di sviluppo del traffico passeggeri nel nostro scalo». Fino al 10 settembre, ogni giovedì e domenica, l’aliscafo partirà da Milazzo alle ore 8, effettuerà fermate in tutte le Isole Eolie (ultima Stromboli ore 11.05), quindi arriverà nel porto di Vibo Marina dopo circa un’ora e mezza di navigazione (alle 12.30). La partenza dal porto di Vibo Marina è prevista alle ore 16, quindi si effettuerà fermata a Stromboli (ore 17.25), Panarea (18), Lipari (19.15), Vulcano (19.35), con arrivo a Milazzo (20.35). Vibo Marina ha una sua biglietteria in via Michele Bianchi, alla Yogurteria il Delfino. Per il terzo anno consecutivo quindi la Regione Sicilia, nell’ambito della concessione quinquennale alla Liberty Lines dei collegamenti con le isole, prolunga le corse sino al porto di Vibo Marina con lo scopo di unire quanto più agevolmente possibile l’arcipelago eoliano al continente e, soprattutto, all’aeroporto intercontinentale di Lamezia Terme; soddisfacente il traffico passeggeri degli scorsi anni, tanto che sarebbe utile l’ampliamento delle corse.

Informazione pubblicitaria

«C’è purtroppo da considerare – spiega la Pro loco – che, nonostante numerosi interventi presso la Regione, Genio civile opere marittime, Comune, Compagnia di navigazione, neanche quest’anno si è riusciti  purtroppo a dotare il porto di Vibo Marina di un “respingente” per favorire l’attracco dell’aliscafo alla centrale banchina Fiume più comoda per i passeggeri e vicina al centro abitato. Il “respingente” pieghevole serve a tenere un po’ scostato l’aliscafo dalla banchina al fine di non danneggiare le ali; è bene che un porto ne sia fornito, può essere costruito in loco ed ha un costo contenuto». Quindi il ragionamento si sposta sui collegamenti ferroviari. «Trenitalia ha confermato per il periodo estivo dodici corse feriali – un treno ogni ora – e sei festive lungo la linea Lamezia-Eccellente-Rosarno con fermata nella stazione di Vibo Marina; un importante servizio da promuovere per godere la singolare linea costiera panoramica che consente anche ai viaggiatori provenienti dalle Eolie di raggiungere Lamezia Terme per proseguire per ferrovia verso il centro/nord o per portarsi all’aeroporto di Lamezia Terme; quest’anno viene anche indicato la stazione di Vibo Marina come quella più vicina alla Tonnara di Bivona. Auspicabile che su interessi e problematiche comuni si accentui il dialogo tra Regione Calabria e Regione Sicilia, ma anche tra Comune di Vibo Valentia e Comune di Lipari;  avvenga, come un miracolo, finalmente l’installazione sulla banchina Fiume del tanto atteso respingente; sia compreso anche il porto di Vibo Marina nelle offerte della partnership tra Trenitalia e Liberty Lines; sia prevista una corsa del servizio del bus urbano dal porto (banchina attracco) alla stazione ferroviaria di Vibo Marina in coincidenza con l’arrivo dell’aliscafo dalle Eolie».

Per la Pro loco è «necessario, ancora, l’impegno di amministrazioni e politica, affinché nel Piano regionale dei trasporti anche il porto di Vibo Marina (oltre a quelli dello Stretto) sia riconosciuto come scalo calabrese per imbarco/sbarco per le Eolie e la Sicilia; che Comune, Regione, Ferrovie, Sacal si adoperino al meglio per creare una forte sinergia tra due infrastrutture vicine: il porto di Vibo Marina nel suo ruolo naturale per i collegamenti con il vicino arcipelago eoliano ed il Mediterraneo, lo scalo di Lamezia Terme quale aeroporto di riferimento per la Calabria e le Isole Eolie. La Pro Loco da parte sua cercherà di tenere attivo il servizio Iat vicino al porto con il volontariato dei soci e di promuovere al meglio il singolare territorio marittimo-portuale, affinché non sia solo un luogo di transito ma un bel posto accogliente di vacanza e di benessere».