lunedì,Settembre 26 2022

Il Porto turistico a Nicotera: ecco l’idea-progetto presentata dal Rotary

Nelle intenzioni si prevede il risanamento e la bonifica del fiume Mesima, la realizzazione di una darsena per 800 posti barca, attrezzature cantieristiche, un campo da golf a 18 buche, strutture alberghiere e sportive

Il Porto turistico a Nicotera: ecco l’idea-progetto presentata dal Rotary
Il progetto del Porto turistico a Nicotera alla foce del fiume Mesima

Partecipato convegno-dibattito nell’aula magna del Liceo Classico di Nicotera su un argomento che sta a cuore alla cittadinanza e che per decenni è stato sempre presente nelle discussioni politiche e non della città: il porto turistico. Manifestazione organizzata dai Rotary Club di Nicotera Medma, con il suo presidente Mario Romano, di Gioia Tauro, con il suo presidente Totò Castellano, e di Polistena, con il suo presidente Gaetano Vaccari. Dopo i saluti, è intervenuto il viceindaco di Nicotera, Marco Vecchio, il quale ha evidenziato l’importanza della iniziativa e l’attenzione viva dell’ente per cercare di giungere ad un risultato che cambierebbe completamente il territorio. Dopo una breve introduzione del moderatore, Giacomo Saccomanno, che ha evidenziato l’interesse del Rotary Club di Nicotera Medma ai problemi della comunità ed all’interessamento per la realizzazione del porto da oltre un ventennio, è intervenuto Massimiliano Donato che ha presentato l’idea progettuale redatta dai rotariani Franco Busceti e Mimmo Nucera, che prevede il risanamento e la bonifica del fiume Mesima, la realizzazione di una darsena per circa 800 posti barca, attrezzature cantieristiche, strutture alberghiere, sportive ed un campo da golf a 18 buche, oltre ad interventi qualificanti l’intero territorio che interesserebbero direttamente i comuni di Nicotera, San Ferdinando, Gioia Tauro, Rosarno e Candidoni ed indirettamente tutti gli altri comuni della Piana. Un’opera che trasformerebbe l’intera zona e che potrebbe dare, veramente, un futuro di sviluppo, crescita ed occupazione. [Continua in basso]

A seguire l’intervento di Stanislao Colacino, esperto della materia, che ha descritto le ragioni del Pnrr, la missione dello stesso, le possibilità di utilizzo e, comunque, le modalità per poter accedere, complimentandosi per l’idea progettuale che potrebbe essere sostenuta dalla misura straordinaria, purché si acceleri l’attività e si inizi a pensare come portarla avanti nel rispetto della stessa. Dopo un breve dibattito, nel quale si è registrata ampia convergenza, le conclusioni al governatore emerito Luciano Lucania il quale, nel plaudire all’iniziativa, ha evidenziato come il Rotary possa essere soggetto attivo nel proporre idee, progetti e iniziative, stimolando e sostenendo coloro i quali possono e devono intervenire per la crescita e programmazione del territorio. Saccomanno, nel ringraziare tutti per la partecipazione ed in particolare l’amministrazione comunale e la dirigente del Liceo Classico, ha dato ampia disponibilità a realizzare ogni passaggio necessario per concretizzare l’iniziativa, pregando tutti ad agire in sintonia e come una grande squadra “e ad eliminare quell’io che ha sempre contraddistinto i calabresi ed ha impedito, spesso, di poter utilizzare – conclude Saccomanno – ampie risorse che sono state restituite alle altre regioni”.

top