giovedì,Febbraio 22 2024

Chiusura di due classi al carcere di Vibo, il sindacato: «Rischio da scongiurare»

Il delegato Interprovinciale della FNS CISL Sergio Pascale preoccupato per la soppressione di due classi dell’Istituto Tecnico Economico “G. Galilei”

Chiusura di due classi al carcere di Vibo, il sindacato: «Rischio da scongiurare»
Sergio Pascale delegato Interprovinciale Provinciale della FNS CISL

Il delegato Interprovinciale della FNS CISL Sergio Pascale, attraverso una nota indirizzata alla direzione scolastica Regionale, Provinciale e al dirigente scolastico dell’I.T.E. “G. Galilei”, esprime preoccupazione in merito alla paventata soppressione di due classi dell’Istituto Tecnico Economico “G. Galilei”, all’interno del penitenziario di Vibo Valentia. La decisione sarebbe stata assunta dall’Ufficio Scolastico Provinciale , «sebbene – evidenzia Pascale – ci siano iscrizioni in aumento per il prossimo anno scolastico». Nella missiva inviata per conoscenza anche al Vescovo, al direttore della casa circondariale e al Comandante della Polizia Penitenziaria di Vibo Valentia, il dirigente sindacale esprime disappunto per una decisione che andrebbe in «totale controtendenza rispetto alla funzione rieducativa prevista dalle istituzioni scolastiche, non garantirebbe il diritto alla studio, malgrado l’I.T.E. “G. Galilei” da molti anni svolga egregiamente un’intensa attività didattica e rieducativa. Una decisione che potrebbe provocare disagi e possibili proteste anche da parte della popolazione detenuta ed a cascata anche sulla polizia penitenziaria e i vari operatori». [Continua in basso]

Il delegato Interprovinciale Provinciale della FNS CISL «chiede pertanto la riattivazione delle classi soppresse, anche al fine di evitare che l’istituzione scolastica regionale si ponga in controtendenza non soltanto riguardo alle finalità normativa ma anche rispetto alla crescente offerta rieducativa e scolastica offerta dal direttore Angela Marcello e dal Comandante Salvatore Conti. La federazione della Cisl – fa sapere Sergio Pascale – interpellerà anche la Prefettura e le autorità Regionali e politiche al fine di evitare tale decisione».

Articoli correlati

top