lunedì,Luglio 4 2022

Accordo raggiunto, Caffo continuerà a gestire il marchio Borsci

L’azienda di Limbadi ha ottenuto una proroga dell’affidamento temporaneo. L’amministratore unico Sebastiano Caffo: «Garanzie sul mantenimento dei livelli occupazionali»

Accordo raggiunto, Caffo continuerà a gestire il marchio Borsci

Il gruppo liquori Caffo continuerà a gestire l’industria liquori Borsci di Taranto, produttrice dell’elisir San Marzano. Caffo ha infatti ottenuto un’ulteriore proroga nell’affidamento temporaneo e la schiarita si è avuta oggi in un incontro svoltosi negli uffici della Provincia di Taranto.

Caffo attende la proroga, in bilico il futuro del marchio Borsci

I sindacati dell’agroalimentare di Cgil, Cisl e Uil hanno preso atto positivamente della novità intervenuta oggi. In mattinata Sebastiano Caffo, a capo dell’omonimo gruppo specializzato nel comparto degli amari, aveva dichiarato tra l’altro: «Dopo ben tre anni di gestione, Caffo potrebbe accettare di continuare a gestire lo stabilimento in attesa che il tribunale di Taranto definisca la procedura fallimentare portando a votazione le proposte di concordato fallimentare presentate lo scorso anno ed ancora al vaglio degli organi della procedura fallimentare. La società affittuaria – aveva detto ancora Caffo – ritiene di poter dare subito chiare e precise risposte confermando tutti gli impegni già assunti in passato circa il mantenimento dei livelli occupazionali oltre che della sede produttiva nello storico stabilimento tarantino».

top