Italcementi, Soriano: «Si istituisca l’area di crisi»

Il segretario cittadino del Pd ripropone una delibera del 2012 appellandosi ai consiglieri regionali vibonesi Mirabello, Pasqua, Mangialavori e Salerno

Il segretario cittadino del Pd ripropone una delibera del 2012 appellandosi ai consiglieri regionali vibonesi Mirabello, Pasqua, Mangialavori e Salerno

Informazione pubblicitaria
Stefano Soriano (Pd)
Informazione pubblicitaria

«Apprezzo molto l’interessamento dell’onorevole Mirabello e contestualmente approfitto del fatto che si discuterà di nuovo in consiglio regionale della vertenza Italcementi per fornire qualche elemento utile alla discussione e soprattutto utile alla risoluzione di una vertenza che tutti noi, colpevolmente, abbiamo abbandonato troppo velocemente come spesso purtroppo accede nel nostro territorio».

Informazione pubblicitaria

Italcementi, approvato l’ordine del giorno per la riconversione del sito di Vibo Marina

A riferirlo, in una lettera aperta indirizzata ai consiglieri regionali vibonesi Michele Mirabello, Vincenzo Pasqua, Giuseppe Mangialavori e Nazareno Salerno, è il segretario cittadino del Pd di Vibo Valentia Stefano Soriano.

«Ritengo utile – scrive Soriano -, fornirvi quanto prodotto in passato dal Pd di Vibo Valentia e dall’allora gruppo consiliare di Comune, Provincia e Regione e nello specifico ricordare che il consiglio comunale e provinciale in data 19 ottobre 2012, in seduta congiunta, approvarono un ordine del giorno con cui si chiedeva il riconoscimento di area di crisi per la zona di Vibo Valentia. Successivamente il consiglio Regionale della Calabria nella seduta dell’11 dicembre ha approvato l’ordine del giorno presentato dal capogruppo del Pd, Sandro Principe, e firmato dagli onorevoli Naccari Carlizzi, Scalzo e Giamborino che impegnava la Regione Calabria ad avviare l’iter amministrativo per il riconoscimento dell’area di crisi per la zona di Vibo Valentia».

L’INTERVENTO | “La partita Italcementi non può considerarsi chiusa”

Per Soriano «questo fu un primo significativo passo verso la realizzazione di quel percorso che nel momento in cui avesse trovato compimento avrebbe costituito un ottimo strumento per sostenere il rilancio economico del territorio. Tuttavia, purtroppo per vari ordini di motivi a quella deliberazione del consiglio non segui l’avvio dell’iter previsto dalla legge per la richiesta di istituzioni di area di crisi complessa».

Alla luce della riapertura della discussione sull’Italcementi, Soriano ritiene che oggi sia il caso di «dare corso a quella delibera, e seguire tutti i passaggi affinché l’area di Vibo Valentia su cui insistono gli stabilimenti dell’Italcementi venga riconosciuta area di crisi complessa e possa cosi beneficiare di tutti le agevolazioni prevista dalla legge». Attraverso tale riconoscimento, conclude il segretario Pd, «saranno favoriti gli investimenti nella zona e, pertanto, anche l’area dell’Italcementi potrà essere nuovamente attrattiva verso investimenti di varia natura».