Operai agricoli e florovivaisti, avviato l’iter per il rinnovo del contratto territoriale di lavoro

Associazioni datoriali e organizzazioni sindacali hanno avviato le trattative sul tema nel corso di una riunione tenutasi nella sede di Confagricoltura di Vibo
Associazioni datoriali e organizzazioni sindacali hanno avviato le trattative sul tema nel corso di una riunione tenutasi nella sede di Confagricoltura di Vibo
Informazione pubblicitaria
I rappresentanti di sindacati e associazioni datoriali
Informazione pubblicitaria

Sono state avviate le trattative per il rinnovo del contratto provinciale di lavoro per gli operai agricoli e florovivaisti della Provincia di Vibo Valentia. Il contratto – in prorogatio –  scade il 31 dicembre ed il rinnovo verterà per la parte retributiva sul biennio 2020/2021 e per la parte normativa sul quadriennio 2020/2023. Se n’è discusso nella sede di Confagricoltura Vibo Valentia, tra le organizzazioni datoriali – Confagricoltura, Cia e Coldiretti – e le organizzazioni sindacali dei lavoratori – Fai Cisl, Flai Cgil e Uila Uil. Dall’incontro è emersa l’assoluta necessità di mantenere un costo del lavoro che non ostacoli lo sviluppo produttivo ed economico delle imprese e al tempo stesso che garantisca il miglioramento delle condizioni economiche, di lavoro della sicurezza e l’emersione del lavoro irregolare anche alla luce della recente normativa di legge 199/2016 . Le parti hanno concordato di dare priorità alla redazione di un contratto adeguato alle necessità dettate dall’evoluzione delle imprese agricole proiettate verso la diversificazione e la multifunzionalità, considerando l’attuale crisi economica e la concorrenza dei mercati esteri ed emergenti. Inoltre, l’occasione ha permesso alle organizzazioni datoriali e sindacali di confrontarsi sul ruolo degli enti bilaterali che integrano le prestazioni reddituali dei lavoratori e che potrebbero anche offrire servizi di promozione, assistenza ed intermediazione di manodopera agricola. Alla riunione hanno preso parte per Confagricoltura il presidente Franca Prandi, il direttore Raffaele Zaffino ed il responsabile area sindacale Francesco Malorzo. Per la Cia il direttore Domenico Ferraro e per la Coldiretti il referente Francesco Lico. Mentre per le organizzazioni sindacali Flai Cgil era presente con il segretario Rinaldo Tedesco, per la Fai Cisl il segretario Sebastiano Monaco e per la UIla Uil il segretario Pasquale Barbalaco

Informazione pubblicitaria