Il Vecchio amaro del Capo spopola anche sul web, il sito premiato da Css winner

La vetrina internet del prodotto di punta di casa Caffo ha ottenuto il riconoscimento “Site of the Day award” conferito dagli sviluppatori del marketing digitale

La vetrina internet del prodotto di punta di casa Caffo ha ottenuto il riconoscimento “Site of the Day award” conferito dagli sviluppatori del marketing digitale

Informazione pubblicitaria

 «Il sito di Amaro del Capo ha ottenuto un importante riconoscimento, ed è stato premiato da CSS Winner, una piattaforma globale di professionisti del digital. In concorso c’erano i progetti di web design più innovativi. I requisiti per scegliere il vincitore sono stati: design, usability, contenuti e funzionalità». 

È quanto si legge in una nota dell’ufficio stampa della Caffo, nota azienda vibonese di distillati e liquori, in cui si mette in evidenza il riconoscimento ottenuto sul fronte del marketing digitale. 

L’Amaro del Capo medaglia d’oro alle olimpiadi dei superalcolici

«Progettato e realizzato da PubliOne – si legge ancora -, il sito esplora approfonditamente il prodotto simbolo della Distilleria Caffo, intendendo raggiungere un pubblico di consumatori giovane e vivace senza però dimenticare quella ricchezza di storia e passione che segna il processo creativo di un liquore unico al mondo». 

Il sito è «fruibile in quattro lingue (inglese, italiano, spagnolo e tedesco): l’utente dovrà semplicemente connettersi e visualizzerà automaticamente il sito nella lingua settata nel browser.  Sono inoltre presenti tutti i link ai profili social di Vecchio Amaro del Capo, sempre raggiungibile su Facebook e Instagram. Questa nuova piattaforma web è un traguardo importante per un prodotto che proprio sui social network riscuote quotidianamente un crescente successo: un modo per essere sempre più vicini alle esigenze di un pubblico attento ed esigente. Una nuova importante tessera va dunque ad aggiungersi a un quadro strategico già ben delineato, che ha contribuito a rendere il Gruppo Caffo 1915 leader nel suo mercato in Italia».

Nuovo riconoscimento all’Amaro del Capo: è medaglia d’oro 2016