Vibo, troppi assembramenti: stop ad alcolici davanti ai locali e in strada

Da oggi, a Vibo Valentia, non sarà possibile bere una birra, un cocktail o qualunque altro alcolico «nei luoghi pubblici o aperti al pubblico», pena una multa che va da 400 a 3.000 euro. È questo il contenuto dell’ultima ordinanza, firmata ieri pomeriggio dal sindaco Maria Limardo, che varrà fino al prossimo 7 giugno. Il provvedimento, scrive il primo cittadino, si è reso necessario poiché «la riapertura dei pubblici esercizi ha prodotto rilevanti fenomeni di assembramento di persone, per lo più intente a consumare bevande (specie alcoliche) in strade, piazze e scalinate».

E dunque, «valutata la necessità di vietare a chiunque di consumare all’aperto bevande alcoliche di qualsiasi gradazione», si è deciso appunto di dire stop. Si potranno invece consumare alcolici «unicamente all’interno dei locali autorizzati oppure nelle aree concesse e/o adibite a plateatico, poiché il gestore è in grado di garantire il rispetto della distanza interpersonale prescritta dalle linee guida». Insomma, stop alla birretta davanti al pub per prendere un po’ d’aria. Come ripiego c’è sempre l’aranciata…

Informazione pubblicitaria