Emergenza incendi, dalla Flai-Cgil un plauso ai forestali calabresi

Per i segretari regionale e provinciale, Costa e Platì, si tratta di «lavoratori che intervengono senza mezzi adeguati e spesso con attrezzature non idonee di fronte alle fiamme»

Per i segretari regionale e provinciale, Costa e Platì, si tratta di «lavoratori che intervengono senza mezzi adeguati e spesso con attrezzature non idonee di fronte alle fiamme»

Informazione pubblicitaria
Un incendio nel Vibonese

«Nelle ultime due settimane l’intero territorio italiano è stato drammaticamente segnato dagli incendi. Ettari di terreno, con grave danno per il nostro patrimonio ambientale, faunistico e vegetale, sono andati in fumo. Ed in molti casi, le fiamme hanno messo in pericolo le abitazioni civili e la stessa vita degli uomini». È questo l’incipit di un intervento a firma dei segretari regionale e provinciale della Flai-Cgil Calabria e Vibo Valentia, Bruno Costa e Battista Platì, che intendono mettere in evidenza il lavoro svolto in particolare, dai forestali calabresi e vibonesi.

«Un fenomeno, quello degli incendi – commentano Costa e Platì -, che non ha risparmiato nessuna regione d’Italia, soprattutto quelle meridionali, che più a caro prezzo hanno dovuto fronteggiarlo. Come ad esempio in Calabria, dove migliaia sono stati gli incendi registrati. Ad ogni modo, sempre pronti e tempestivi sono stati gli interventi dei Vigili del fuoco, i quali, instancabilmente, hanno operato per garantire la massima sicurezza. Eppure, come Flai-Cgil, riteniamo giusto e doveroso offrire il nostro riconoscimento ed il nostro sostegno ad un’altra categoria di lavoratori che si trovano ad operare in queste condizioni di emergenza».

Il riferimento è a quei «lavoratori idraulici e forestali calabresi, lavoratori dell’antincendio che, pur tra mille difficoltà anche a livello organizzativo, durante le emergenze di questi giorni, si sono impegnati per contribuire allo spegnimento degli incendi. Questi operai forestali, spesso bistrattati, impiegati dall’azienda Calabria Verde, dai Consorzi di Bonifica e dal Parco Regionale della Serre, col loro senso di responsabilità, da anni svolgono con professionalità la lotta attiva agli incendi. La loro è un’opera costante e quotidiana di prevenzione e di contrasto agli incendi, e di salvaguardia della biodiversità e del territorio e dei cittadini. Tanto che ci sentiamo di affermare che, senza il loro lavoro, gli incendi divampati in questi giorni sarebbero stati molto più devastanti».

Eppure, spiegano infine i due esponenti sindacali, «al di là di ogni polemica, questi lavoratori intervengono senza mezzi adeguati e spesso con attrezzature non idonee di fronte alle fiamme: per loro c’è solo lo spirito di sacrificio, il senso del dovere e l’abnegazione con cui compiono il proprio lavoro. Per queste ragioni, come sindacato di categoria, auspichiamo che si organizzi meglio il lavoro sui cantieri e negli uffici in modo da coordinare efficacemente il servizio Antincendio boschivo, avviando un confronto tra sindacati ed enti competenti sulle questioni legate al lavoro forestale. Soprattutto, attraverso una reale programmazione delle attività di prevenzione e di interventi che possano essere realmente utili alla difesa del territorio. Siamo convinti che un servizio di così fondamentale importanza per la salvaguardia del territorio, meriti maggiore attenzione e soprattutto una grande sinergia tra le istituzioni coinvolte».

LEGGI ANCHE:

Pizzo, vasto incendio minaccia diverse abitazioni e un ristorante

Vasto incendio in una campagna del Vibonese provoca una vittima (VIDEO)

Emergenza incendi nel Vibonese, il prefetto mantiene il Centro coordinamento soccorsi

Notte di paura a Piscopio, incendio minaccia il centro abitato (FOTO/VIDEO)

Lotta agli incendi nel Vibonese, potenziato il dispositivo dei Vigili del fuoco