La vibonese Marcella Panucci lascia Confindustria, per lei un incarico al Mise

La top manager lascia la direzione generale dell’associazione degli industriali e si appresta a diventare segretario generale del ministero
La top manager lascia la direzione generale dell’associazione degli industriali e si appresta a diventare segretario generale del ministero
Informazione pubblicitaria
Marcella Panucci
Informazione pubblicitaria

Marcella Panucci, top manager originaria di Vibo Valentia, lascia la direzione generale di Confindustria e, a quanto si apprende, dovrebbe essere nominata segretario generale del ministero dello Sviluppo economico con un incarico che le dovrebbe essere conferito nelle prossime ore o nel giro di pochi giorni. Il ruolo di direttore generale – spiega Confindustria – sarà ricoperto ad interim da Francesca Mariotti, già direttore dell’area politiche fiscali.

Dal presidente degli industriali, Carlo Bonomi, i ringraziamenti a Marcella Panucci «per l’ottimo lavoro che ha saputo assicurare nel corso di tutti i suoi 25 anni di carriera in Confindustria e le formula i migliori auguri per i futuri incarichi professionali che andrà a ricoprire».

Figura incisiva nel sistema di rappresentanza degli industriali, Panucci è stata, dopo un percorso di crescita interno, direttore generale durante i quattro anni della presidenza di Giorgio Squinzi ed i quattro anni della presidenza di Vincenzo Boccia. In Confindustria inizia nel 1995 e prosegue fino al 2011, con un intervallo per l’esperienza presso la direzione generale “Concorrenza” della Commissione europea a Bruxelles. Da novembre 2011 a luglio 2012 è stata capo della segreteria tecnica e consigliere economico del ministro della Giustizia Paola Severino. Negli scorsi anni, più di una volta, nel 2014 poi anche nel 2016, secondo i nomi che circolarono nelle girandole di indiscrezioni Marcella Panucci sarebbe stata tra i possibili candidati anche per il ruolo di ministro dello Sviluppo economico ma avrebbe preferito non rinunciare a portare avanti l’esperienza in via dell’Astronomia dove è stata un forte punto di riferimento negli ultimi otto anni.

Informazione pubblicitaria