Mileto, operai della ditta Muraca in sciopero per il mancato pagamento degli stipendi

Undici lavoratori in agitazione. La decisione presa nel corso di un’assemblea svoltasi nella sala consiliare del Palazzo municipale

Undici lavoratori in agitazione. La decisione presa nel corso di un’assemblea svoltasi nella sala consiliare del Palazzo municipale

Informazione pubblicitaria
I lavoratori al Comune di Mileto
Informazione pubblicitaria

Mentre gli enti preposti si rimpallano le responsabilità, a pagarne ancora una volta le conseguenze sono gli undici netturbini della ditta “Muraca” che operano giornalmente sul territorio comunale di Mileto. Dopo il pagamento delle spettanze del mese di maggio, ai primi di agosto agli operai era stato promesso dall’impresa erogatrice del servizio il pagamento di altre due mensilità arretrate.

Informazione pubblicitaria

Promessa non mantenuta, visto che ad oggi nulla di tutto questo è avvenuto. E allora, esasperati e stanchi di dover ancora una volta fare i conti con le ristrettezze economiche dovute alla mancata corresponsione degli stipendi, questa mattina gli undici operatori ecologici della ditta con sede a Lamezia si sono riuniti in assemblea nella sala consiliare del Comune.

Dall’incontro è emersa la decisione di incrociare le braccia, già da domani. In mattinata gli operai si posizioneranno in segno di protesta davanti al Palazzo municipale. Da quello che emergerà domani, si capirà se la protesta rimarrà circoscritta ad una sola giornata, oppure, qualora nessuna risposta arrivasse dagli enti coinvolti, si protrarrà ad oltranza. Gli undici netturbini a questo punto sono disposti a tutto, pur di ottenere quanto gli spetta di diritto.

Nel frattempo, visto che, tra l’altro, non è la prima volta che sono costretti ad entrare in stato di agitazione a causa del ritardo con il quale ricevono gli stipendi dalla ditta “Muraca”, gli operai, in regime di autotutela, hanno provveduto ad avvertire l’impresa e il Comune del fatto che incroceranno le braccia, “rifiutando la propria prestazione lavorativa a partire da domani”.

Dal balletto delle responsabilità trapela che il Comune, ad oggi, ha erogato alla ditta “Muraca” i pagamenti fino al solo mese di marzo. All’appello mancherebbero, quindi, quattro mesi.  Resta da capire, tuttavia, se questo basta a giustificare il fatto che gli undici netturbini si ritrovano per l’ennesima volta privati (si spera temporaneamente) delle spettanze dovute.

LEGGI ANCHE:

Rifiuti a Mileto, pagata una mensilità agli undici operai della ditta Muraca