Dall’idea di un’azienda vibonese nasce il primo caffè al bergamotto

Caffeotto nasce grazie all’idea di una torrefazione artigianale di Vibo Marina e una ditta di piante autoctone con sede a Potenzoni di Briatico. Un prodotto accolto favorevolmente dalle riviste specializzate
Caffeotto nasce grazie all’idea di una torrefazione artigianale di Vibo Marina e una ditta di piante autoctone con sede a Potenzoni di Briatico. Un prodotto accolto favorevolmente dalle riviste specializzate
Informazione pubblicitaria

Macchiato o lungo, ristretto o corretto, è l’aroma che rende più accettabile il risveglio mattutino e rappresenta il modo ideale per terminare un pasto o concedersi un break. “Il caffè, per essere buono, deve essere nero come la notte, dolce come l’amore e caldo come l’inferno”, recita un famoso aforisma. Ma c’è chi, a questi aggettivi, ne aggiunge un altro: profumato come l’essenza del bergamotto.

Marago Caffè è una piccola torrefazione artigianale di Vibo Marina, gestita dalla famiglia Messina, che da poco ha lanciato sul mercato un nuovo prodotto interamente calabrese: un caffè al bergamotto che è stato chiamato, fondendo i due termini, “Caffeotto”. In una tazzina l’aroma del caffè e la fragranza del più profumato fra gli agrumi, simbolo dell’identità calabrese. Caffeotto nasce grazie all’idea di due aziende del Vibonese: la Marago Caffè e la Phytocal, azienda specializzata in piante autoctone coltivate in Calabria con sede a Potenzoni di Briatico.

La base di questo caffé – afferma Dario Messina – è la nostra miscela, composta da 80% di Robusta e da 20% di Arabica, alla quale si uniscono gli olii essenziali del bergamotto Dop di Reggio Calabria. Il risultato è un prodotto che trasmette sensazioni piacevoli che derivano dal profumo del bergamotto e da un caffè tostato in modo equilibrato, corposo e dal buon sapore. L’augurio è quello di portare “profumo di Calabria” nel mondo”. Un prodotto che è stato favorevolmente accolto dalle riviste specializzate e che ha ricevuto positivi feedback. Lara de Luna, di La Repubblica, così scrive sul suo giornale: “Il risultato è quello di un gusto deciso che si esprime in tazza attraverso un corpo denso in cui la nota fruttata non esplode al naso ma si sprigiona al palato. Oltre al sapore, la caratteristica più curiosa e interessante di Caffeotto è nelle proprietà: alla caffeina si uniscono le naturali proprietà del bergamotto, per un digestivo naturale e alcool free”. Certamente un esempio concreto di come si possa fare marketing territoriale con un pizzico di fantasia e  una dose di amore per la propria terra.