Seconda tranche buoni spesa, 1,4 milioni di euro destinati ai comuni vibonesi

Il decreto Ristori-Ter stanzia più di 17 milioni di euro a favore della Calabria. Ancora una volta saranno i sindaci a gestire i fondi. Ecco le risorse comune per comune in provincia di Vibo
Il decreto Ristori-Ter stanzia più di 17 milioni di euro a favore della Calabria. Ancora una volta saranno i sindaci a gestire i fondi. Ecco le risorse comune per comune in provincia di Vibo
Informazione pubblicitaria

Il decreto Ristori-Ter stanzia 400 milioni per i buoni spesa da destinare alle famiglie in difficoltà per fronteggiare la crisi economica generata dall’emergenza sanitaria. Così come nella precedente assegnazione, anche in questa occasione saranno i Comuni a gestire le risorse. A quelli calabresi sono destinate risorse per un ammontare di 17.176.949,66 di euro, oltre 1,4 dei quali destinati ai 50 enti locali vibonesi. Qui, secondo il principio della proporzione rispetto la popolazione residente, a fare la parte del leone sarà il capoluogo cui andranno poco meno di 250mila euro (248.869,46 euro per la precisione); “fanalino di coda” Zaccanopoli con 6.168,51 euro. Ecco, nella tabella, il dettaglio comune per comune: