Quando l’apprendistato funziona: due studenti dell’Itg-Iti di Vibo assunti dall’azienda Primerano

Giuseppe e Raffaele Caglioti messi sotto contratto per sei mesi dall’azienda di produzione macchine del settore agroalimentare «nonostante - riferiscono dall’istituto - i ritardi della Regione

Giuseppe e Raffaele Caglioti messi sotto contratto per sei mesi dall’azienda di produzione macchine del settore agroalimentare «nonostante - riferiscono dall’istituto - i ritardi della Regione

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

All’Istituto d’istruzione superiore Itg-Iti di Vibo Valentia si rivelano vincenti le “Prove tecniche dell’apprendistato”. «Il 22 dicembre è una data che sicuramente non sarà dimenticata da Giuseppe Caglioti e Raffaele Caglioti, studenti della scuola. Entrambi gli alunni, – si legge in una nota – frequentanti il quarto anno dell’indirizzo Meccanica, meccatronica ed energia, hanno superato brillantemente le selezioni effettuate dall’azienda locale “Primerano Srl”, operante nel settore della produzione di macchine agroalimentari». 

Informazione pubblicitaria

A renderlo noto è la stessa istituzione scolastica, dalla quale si apprende che «quest’azienda è stata la prima finora ad aderire al progetto “Prove tecniche di apprendistato”, decidendo di finanziare a proprie spese l’attività. Questa scelta scaturisce dal fatto che la Regione Calabria, con la convenzione firmata il 13 luglio 2017, abbia stanziato un finanziamento a fondo perduto a favore delle aziende, finanziamento che purtroppo ad oggi non è ancora stato erogato. Il progetto è stato assegnato dal Miur all’Itst “E. Scalfaro” di Catanzaro – scuola capofila – in via sperimentale al fine di creare un modello d’apprendistato a 360 gradi che sia replicabile a livello nazionale».

Gli studenti, prosegue il comunicato, «saranno coinvolti in un rapporto lavorativo con le aziende aderenti, che avranno il compito di formarli direttamente sul campo e di renderli operativi. L’attività avrà una durata complessiva di sei mesi in modo da dare un’idea agli apprendisti di quello che potrebbe essere il loro futuro impiego. La firma del contratto è avvenuta nell’ufficio della dirigente scolastica, Annunziata Fogliano, che, assieme al professor Filippo Luciano hanno lavorato assiduamente affinché il progetto andasse in porto. Enorme è stata l’emozione in tutti i presenti: a partire dagli studenti, accompagnati dai loro genitori, alla 4a B dell’Iti (la loro classe). Di fondamentale importanza è stata la presenza di Giuseppe Grillo e di Enza Primerano, amministratore delegato della Primerano Srl, che si è da subito interessata all’iniziativa e senza il quale tutto ciò non sarebbe stato possibile. Ancora una volta l’Iis Itg-Iti di Vibo Valentia si dimostra al passo con i tempi, capace di fornire ai giovani non solo una formazione tecnica di livello, ma anche di premiare i meritevoli, consegnando loro le chiavi di un futuro lavorativo che li valorizzi e li gratifichi».