giovedì,Giugno 17 2021

Le pipe di Brognaturo: piccolo grande tesoro dell’artigianato vibonese

Nel cuore delle Serre si producono pezzi unici di grande valore e qualità che hanno conquistato gli amatori di tutto il mondo

Le pipe di Brognaturo: piccolo grande tesoro dell’artigianato vibonese
Vincenzo Grenci al lavoro

In assoluto, le migliori, più preziose e ricercate sono le pipe realizzate con il “ciocco” di radica dell’Erica arborea, ovvero un legno durissimo e dalla venatura particolare. La radica calabrese è considerata la migliore al mondo per qualità, dato il basso contenuto di tannini e proprio nella provincia vibonese vengono prodotti eccellenti esemplari di pipe, tutti pezzi unici realizzati a mano, esportati in tutto il mondo grazie principalmente alla qualità del legno del territorio. Oggi la produzione più rappresentativa è insediata a Brognaturo, piccolo centro montano delle Serre vibonesi ad un’altitudine di 750 metri e a circa 47 chilometri dal capoluogo, adagiato in una folta vegetazione.

Le pipe di Grenci

Il punto di riferimento è la famiglia Grenci, senza la cui arte la pipa non avrebbe avuto un successo così duraturo. Il capostipite, il maestro Domenico Grenci, dopo essere emigrato negli Stati Uniti riuscendo a diventare famoso per la sua abilità, fece ritorno in Calabria, nel suo paese natale, dove continuò la produzione di questi veri capolavori di artigianato, apprezzati anche all’estero. Le pipe di Brognaturo risultano, infatti, al primo posto nelle collezioni degli amatori più illustri. Questi piccoli capolavori dell’artigianato locale, realizzati con la migliore radica di Erica arborea che nasce in questa zona, sono pronti dopo una lunga e paziente attesa per la stagionatura del legno, che può durare dagli otto agli undici anni.

Le venature del legno rivelano la preziosità degli esemplari creati, piccole sculture in miniatura che hanno un valore di mercato molto alto e vengono vendute in tutto il mondo. Il segreto di tanto successo risiede in tre fattori: la qualità dei materiali impiegati, la cura dei particolari, la fantasia dei modelli.

Ancora oggi la famiglia Grenci tiene alta la fama delle pipe di Brognaturo, che nel corso dei decenni hanno conquistato una vera e propria clientela d’élite, dal presidente Pertini sino a Bearzot e al sindacalista Luciano Lama.

Articoli correlati

top