venerdì,Luglio 30 2021

Bar e ristoranti chiusi, manifestazione di protesta anche a Vibo

Verrà simulata la somministrazione dei servizi di ristoro dalle 08.00 alle 23.00 all’interno dei locali. L’iniziativa non sarà accessibile al pubblico e non è prevista la formazione di alcun assembramento

Bar e ristoranti chiusi, manifestazione di protesta anche a Vibo
La protesta dei ristoratori vibonesi davanti alla Prefettura

Manifestazione di protesta a Vibo Valentia dal 6 all’11 aprile da parte di titolari ed amministratori di attività di bar e ristorazione e di molte altre attività commerciali al fine di sensibilizzare il Governo sulla necessità di riapertura al pubblico dei servizi, attesi i gravissimi disagi e per protestare contro i relativi provvedimenti restrittivi”. Gli aderenti alla protesta intendono poi dimostrare al Governo che la relativa somministrazione del servizio può avvenire in condizione di sicurezza, senza conseguenze per la salute di clienti e personale, e che non determinerà alcun aumento di contagi da Covid-19”. Gli operatori contestano i provvedimenti restrittivi del Governo che vietano loro l’esercizio delle proprie attività commerciali ed economiche in quanto in manifesta violazione degli artt. 1, 3, 13, 14, 17, 25, 35, 118 ed in particolare dell’art. 41 della Costituzione e chiedono l’immediata revoca delle restrizioni.

La manifestazione si svolgerà in concomitanza con quella nazionale denominata “IoApro” ed è di tipo statico e conforme alle prescrizioni di cui all’art. 10 Dpcm 2 Marzo 2021 e non consisterà nell’erogazione di alcun servizio di ristorazione agli avventori, ma verrà simulata la somministrazione dei propri servizi di ristoro dalle 08.00 alle 23.00 all’interno dei propri locali, ad altri manifestanti che simuleranno di essere avventori e clienti. L’iniziativa si svolgerà nel rispetto di tutte le precauzioni di legge e dell’arte per la prevenzione del contagio da Covid-19 e nel rispetto di tutte le norme sanitarie vigenti. Non è prevista la formazione di alcun assembramento o di situazioni idonee alla diffusione del contagio da Covid-19. L’iniziativa non avrà scopo di lucro, non sarà accessibile al pubblico (ma solo ai manifestanti precedentemente prenotati) ed avverrà nel rispetto dei dovuti distanziamenti e sanificazioni. L’iniziativa avrà solo uno scopo dimostrativo e nessuna attività economica verrà svolta.I ristoratori ed i commercianti si sono già posizionati dinanzi alla Prefettura di Vibo allestendo dei tavoli da ristorazione per l’inizio della protesta.

top