giovedì,Ottobre 6 2022

A Tropea la cena spettacolo di beneficenza a favore dell’associazione “Don Mottola”

Grande successo per la prima edizione di “Donare è vita” con Nathalie Caldonazzo e Claudio Greco

A Tropea la cena spettacolo di beneficenza a favore dell’associazione “Don Mottola”

Non si è lasciata fermare dalle previsioni metereologiche avverse, la prima edizione della cena spettacolo “Donare è vita” della Summer Fashion di Tropea, fortemente voluta da Deborah Valente, imprenditrice tropeana a capo della Valentour Incoming Calabria.
A causa infatti del maltempo, l’evento, che dapprima doveva essere ospitato dal Blanca Beach, si è svolto al Sentido Michelizia Tropea Resort, una location custodita tra verde e il mare.
Lo spettacolo, condotto dal noto volto della tv calabrese Marco Renzi e dalla bellissima Nathalie Caldonazzo, ha riscosso notevole successo, contando più di duecento partecipanti, e ha consentito di dare un importante sostegno economico all’associazione Centro di solidarietà “Don Mottola”, che dal 1983 si occupa di contribuire a promuovere il pieno inserimento dei soggetti disabili nella società. [Continua in basso]

Le sfilate del fashion designer Claudio Greco, tra piume, paillettes, pizzo, eleganza, stile e sensualità in più di quaranta capi, hanno stupito e dato un tocco unico alla serata. Le bellissime modelle hanno sfilato gli abiti di Greco e i preziosi di Patania Gioielli, valorizzati ulteriormente dalle acconciature di Teste Matte. Greco, che ha partecipato attivamente alla realizzazione dell’evento, ha attirato a sé ulteriori ospiti d’eccezione, Antonella Elia e Pietro Dalle Piane, rimasti entusiasti della serata.

«Ringrazio calorosamente Antonella Elia e Pietro Dalle Piane per questa splendida sorpresa, è sempre importante dare un forte messaggio di solidarietà e noi abbiamo scelto di farlo attraverso l’arte e la moda» ha dichiarato il fashion designer.
Ospite d’onore anche il giovane attore Giovanni Battista Odoardi. A dare ulteriore ritmo alla serata il trio musicale Free Love. Nel corso dell’evento è stato premiato con una croce bizantina, per la spiccata umanità e professionalità, Marco Serrao, urologo siciliano ma calabrese d’adozione molto attivo nel sociale. Tante altre sorprese hanno arricchito la serata, tra queste un’ottima torta offerta a tutti i partecipanti dalla pasticceria di Massimiliano Tagliaferri, sita a Rossano.

top