Mediterraneo nel Borgo, parla Piero Muscari: «Le eccellenze per contrastare l’abbandono»

Si avvicina l’appuntamento con la tre giorni che richiamerà a Stefanaconi importanti personalità del mondo della gastronomia e della cultura, mettendo al centro le peculiarità dei piccoli centri
Si avvicina l’appuntamento con la tre giorni che richiamerà a Stefanaconi importanti personalità del mondo della gastronomia e della cultura, mettendo al centro le peculiarità dei piccoli centri
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Si avvicinano i giorni cruciali della manifestazione Mediterraneo nel Borgo: prima edizione dell’evento di valorizzazione delle tipicità e di narrazione del territorio che, nelle intenzioni e nelle ambizioni dell’ideatore, il sindaco di Stefanaconi e presidente della Provincia di Vibo Valentia, Salvatore Solano, e del direttore artistico Piero Muscari, vuole diventare un format che parta dal Sud per applicarsi a tutti i borghi d’Italia. Luogo scelto per il lancio dell’iniziativa, proprio Stefanaconi. Qui, nei giorni 26, 27 e 28 settembre, nella piazza centrale e nelle vie del centro, si alterneranno chef stellati, stand di degustazione delle tipicità calabresi, concerti e show cooking. Tutto declinato in una formula pensata per sopperire all’urgenza di una nuova e più efficace narrazione dei territori periferici, delle tipicità più nascoste, dei borghi più lontani dai circuiti dei grandi flussi turistici, ma non per questo meno preziosi ed affascinanti. Un viaggio, quello che intende proporre Mediterraneo nel Borgo, che parte da un prodotto credibile: il pane. In questo caso “il panis noster di Stefanaconi”, mettendolo al centro di dibattiti tra addetti ai lavori, capaci di testimoniare con il loro successo professionale l’effettiva validità del genius loci di quella terra.

Informazione pubblicitaria
Piero Muscari

«Per questa prima edizione, anche su richiesta del sindaco-presidente Solano – ha dichiarato il direttore artistico Piero Muscari – abbiamo voluto raccontare Stefanaconi nel ruolo di Paese del pane. In quest’ottica – ha proseguito -, abbiamo lavorato per porre l’accento sulle identità e sulle attività ad esso legate: dal recupero della Valle dei mulini alle operazioni di trebbiatura, passando per i protagonisti della vita di paese che, con la loro testimonianza, hanno attestato la forza e la vitalità della tradizione». Obiettivo della prima edizione, quella di diventare progetto nazionale itinerante. «Oggi – ha proseguito Muscari – non possiamo  ignorare l’importanza di una comunicazione più efficace, di una narrazione delle eccellenze dei territori tale da contribuire a frenare spopolamento e abbandono, a contrastare la perdita di identità. Ben vengano quindi iniziative di tal genere». Nella tre giorni di Stefanaconi, ai momenti conviviali ed alle interviste a calabresi che si sono fatti strada in ambiti diversi, ad iniziare da quello enogastronomico, si alterneranno approfondimenti tematici e appuntamenti con la musica dal vivo. “Esperienze di gusto e di visione”, cita lo slogan dell’evento, che si aprirà giovedì 26 settembre alle ore 15 nella piazza del paese con cerimonia di apertura e concerto affidati ai ragazzi del Liceo Capialbi, e proseguirà alle 16:30 con lo show cooking “pane e dintorni”, a cura di Sara Papa, maestra di cucina, destinato a ripetersi per tutto il week end.

A seguire, alle 18.30, Piero Muscari intervisterà, ogni pomeriggio, i protagonisti di storie di successo calabrese. Nella prima giornata, sarà la volta dello chef stellato Riccardo Sculli, al quale faranno seguito, il 27 ed il 28, alla stessa ora, i colleghi Luca Abbruzzino e Nino Rossi. Le serate saranno egualmente dedicate ad imprenditori e produttori. Dalle 15 alle 24, saranno aperti gli stand enogastronomici: mentre gli appuntamenti con la musica live, vedranno esibirsi suk palco Alla Bua, gruppo di musica popolare salentina, Etno Pathos, dal sound calabrese etnico e tradizionale, Timpruss feat. Fabio Curto, gruppo di musica dialettale folk rock.

Molte le partnership che l’ambiziosa manifestazione, che gode del patrocinio di Regione Calabria, Provincia di Vibo e Comune di Stefanaconi, è riuscita ad ottenere. Tra gli enti sostenitori, la Camera di commercio di Vibo, Confindustria Vibo, Gal Terre vibonesi, l’Arsac, Coldiretti, Copagri, Ebat, il Liceo Statale Capialbi di Vibo, la Pro loco di Stefanaconi. Tra i media partner figurano il network LaC, Radio Onda Verde, Piero Muscari comunicazione e la rete Eccellenze italiane.