Coronavirus nel Vibonese, i contagiati salgono a 579

In ospedale a Vibo si registra il decesso di una donna di Pizzo già ricoverata per patologie tumorali e poi positiva al Covid. Diversi casi a Mileto, Nardodipace, Pizzoni, Dasà e Sorianello
In ospedale a Vibo si registra il decesso di una donna di Pizzo già ricoverata per patologie tumorali e poi positiva al Covid. Diversi casi a Mileto, Nardodipace, Pizzoni, Dasà e Sorianello
Informazione pubblicitaria

Sono 579 al momento i contagiati da coronavirus in tutto il Vibonese, compresa la città di Vibo Valentia. Un numero destinato a crescere atteso che si attende l’esito di altri tamponi. Quasi tutti i contagiati si trovano in isolamento domiciliare, gli altri ricoverati in ospedale. Preoccupa la situazione a Pizzo Calabro dove i contagiati ufficiali secondo l’Asp di Vibo Valentia passano da 24 a 28, mentre da nostre verifiche proprio a Pizzo vanno aggiunte almeno altre 20 persone risultate positive al test antigenico e che aspettano il molecolare, mentre altre persone risultano positive anche al molecolare (i cui tamponi sono stati processati in Puglia) ma non ancora inseriti nella certificazione ufficiale dell’Asp. Fra loro anche due donne positive al coronavirus e che si trovano ricoverate all’ospedale di Vibo Valentia. E proprio dall’ospedale Jazzolino arriva la notizia del decesso di una donna di75 anni di Pizzo che è deceduta ieri nel reparto Covid dell’ospedale di Vibo. Ricoverata un mese fa perché malata oncologica, nel corso di questo mese ha contratto il coronavirus ed è stata trasferita nel reparto Covid. Neanche lei, però, è stata inclusa nell’elenco dei positivi fra i casi di coronavirus riguardanti Pizzo Calabro.

Salgono invece a 16 i contagiati da coronavirus nel paese di Pizzoni, mentre a Nardodipace i contagi certificati sono 18.  A Dasà i contagi da coronavirus sono invece 10, a Sorianello salgono a 9. A San Costantino Calabro i contagiati sono invece attualmente 11, mentre a Mileto sono 35.