«Cittadini defraudati»: la frase del consigliere fa infuriare Costa che minaccia denuncia (VIDEO)

A proferirla in un’intervista l’esponente del Pd Pasquale Contartese. Oggi in aula la replica del primo cittadino che perde il suo aplomb e sbatte il pugno sul tavolo

A proferirla in un’intervista l’esponente del Pd Pasquale Contartese. Oggi in aula la replica del primo cittadino che perde il suo aplomb e sbatte il pugno sul tavolo

Informazione pubblicitaria
Costa oggi in aula
Informazione pubblicitaria

Il sindaco di Vibo Elio Costa si è detto pronto a sporgere denuncia nei confronti del consigliere comunale del Partito democratico Pasquale Contartese, per aver utilizzato, in una recente intervista rilasciata a Il Quotidiano del Sud, parole dure in relazione al Bilancio di previsione del Comune, la cui discussione è approvata oggi in aula a Palazzo Luigi Razza.

Informazione pubblicitaria

«I vibonesi sono stati ingannati e defraudati dal sindaco e da chi ancora lo sostiene. Questa spudorata proposta di bilancio ne è la prova provata». Questa la frase incriminata che ha fatto infuriare il primo cittadino tanto che lo stesso è arrivato da alzare decisamente il tono nel corso del suo intervento sbattendo finanche il pugno sul tavolo per sottolineare tutto il suo disappunto. «È bene che chiarisca cosa intendeva dire – ha affermato rivolgendosi direttamente a Contartese – perché se lei la intende in un determinato modo stia tranquillo che io andrò a sporgere denuncia».

A gettare acqua sul fuoco lo stesso Contartese che, a margine dell’intervento del primo cittadino, ha affermato: «quella frase non era certo intesa nel modo in cui la vuole interpretare il sindaco ma voleva solo rimarcare come il sindaco con questo bilancio ancor di più non ha rispettato il programma elettorale appesantendo il portafoglio di questo popolo sventurato. Se mi denuncerà mi difenderò nelle sedi opportune». 

LEGGI ANCHE:

Vibo, Luciano formalizza le dimissioni e attacca Forza Italia: «In atto tentativo di egemonia politica» (VIDEO)