domenica,Giugno 20 2021

Serra San Bruno, il sindaco Barillari incontra il sottosegretario Nesci

Il Comune è il capofila dei 14 centri dell’Area Interna Ionico Serre. La delegata del Governo per il Sud: «Invertire la rotta dello spopolamento dei nostri territori»

Serra San Bruno, il sindaco Barillari incontra il sottosegretario Nesci
A sinistra il sindaco Alfredo Barillari, a destra la sottosegretaria per il Sud Dalila Nesci

«La riunione tenutasi questa mattina sulla strategia dell’Area Interna Ionico Serre in Calabria ha fatto emergere quelle che sono le necessità e le priorità del territorio: problemi urgenti che vanno affrontati senza ulteriori indugi». Così il sottosegretaria per il Sud e la Coesione territoriale, Dalila Nesci, dopo il confronto con il sindaco Alfredo Barillari del Comune di Serra San Bruno capofila di tutti i 14 comuni dell’Area Interna Ionico Serre che è rimasta l’unica delle 71 aree interne individuate nel resto del Paese a non avere ancora una strategia d’area approvata.

Alla riunione telematica erano presenti: il sub-commissario della Sanità calabrese Michele Ametta, il Dipartimento della Salute della Regione Calabria con il dottor Giacomo Brancati, la commissaria straordinaria dell’ASP di Vibo Valentia dott.ssa Maria Bernardi, l’Asp di Catanzaro con la dott.ssa Amalia Bruni, l’Ing. Giovanni Soda del Nucleo Regionale di Valutazione e Verifica degli Investimenti Pubblici e coordinatore del tavolo sulle Aree Interne per la Regione Calabria e il Gruppo di Azione Locale G.A.L. Terre Serre Calabresi, Terre Vibonesi e Terre Locridee.

«Il Governo Draghi ha a cuore la questione della disparità tra le aree interne e il resto del Paese – continua la Nesci – garantendo quanto prima quegli interventi che andranno a migliorare la viabilità, implementare i servizi sanitari e potenziare le infrastrutture sociali e scolastiche».

Il sottosegretario ha poi ribadito che si è già fatta carico dei problemi che il sindaco Barillari le aveva sottoposto nella sua prima missione istituzionale a Serra San Bruno: «Ho sollecitato un mese fa il Dipartimento per le politiche di coesione del ministero per il Sud che ha così proceduto ad inviare al ministero della Salute la bozza di strategia dell’Area Interna Versante Ionico-Serre che ricomprende interventi per un importo complessivo pari a 1.652.596,76 euro. Il ministero della Salute ha prontamente inviato nota formale alla Struttura Commissariale del Prefetto Longo che dovrà ora dare il nulla osta alla strategia proposta affinché sia in coerenza con la programmazione sanitaria regionale».

In conclusione, il sottosegretario Nesci sottolinea: «Questa particolare congiunzione storica, dove molte risorse verranno investite per la rinascita e la prosperità dell’Italia, ci impone un’attenzione estrema per tutte le realtà del Sud anche quelle che appaiono più marginali a causa della ridotta presenza di servizi. Cooperiamo aiutando i sindaci delle comunità più piccole a invertire la rotta dello spopolamento dei nostri territori».

top