domenica,Giugno 20 2021

“Cambiamo”, Bevilacqua: «Motivati e soddisfatti da questi primi mesi di attività»

Il coordinatore regionale del partito traccia un primo bilancio del lavoro svolto sul territorio e spiega le prospettive future anche alla luce delle evoluzioni nazionali

“Cambiamo”, Bevilacqua: «Motivati e soddisfatti da questi primi mesi di attività»
Francesco Bevilacqua, coordinatore regionale di "Cambiamo"

«Siamo molto motivati e soddisfatti da questi primi mesi di attività sul territorio e fiduciosi per le prospettive future: nonostante siamo una forza poco più che neonata, il lavoro di radicamento e di elaborazione di contenuti sta già dando i suoi risultati tangibili a dimostrazione che l’iniziativa politica portata avanti con serietà e concretezza premia sempre. E il meglio deve ancora venire». [continua in basso]

Così Francesco Bevilacqua, già senatore e oggi coordinatore regionale di “Cambiamo”, traccia un primo bilancio dell’attività del partito sul territorio e spiega le prospettive future alla luce delle evoluzioni nazionali: «Cambiamo – dichiara Bevilacqua – va avanti con il grande lavoro intrapreso in Calabria con i propri organi statutari. Si attende che l’orizzonte possa ulteriormente ampliarsi non appena sarà conclusa la fase costituente di “Coraggio Italia”, il cui statuto è in corso di definizione e in base al quale, successivamente alla sua approvazione, verranno conferiti gli incarichi di rappresentanza territoriale del nuovo soggetto politico che ovviamente ancora non esistono. Il percorso – aggiunge Bevilacqua – sta raccogliendo grande entusiasmo, e ogni adesione al nuovo progetto è intanto apprezzata dal Comitato promotore nazionale. Con la strutturazione della nuova aggregazione si potrà affrontare ancora meglio e insieme la campagna elettorale per le elezioni regionali. Abbiamo aderito a Cambiamo nella prospettiva della rivitalizzazione di un’area politica potenzialmente maggioritaria e oggi sotto-rappresentata. Ogni ulteriore aggregazione che vada nella stessa direzione – conclude l’ex senatore vibonese – è da salutare con favore e seguirà le regole che tutti insieme ci daremo».

top