Carattere

Giudizio impietoso da parte del senatore di Forza Italia Giuseppe Mangialavori nei confronti della deputata grillina: «Per lei i tropeani si dividono tra pavidi e persone pronte a ritorsioni»

Palazzo Sant'Anna, sede del Comune di Tropea
Politica

«Il Movimento 5 Stelle maschera i suoi gravi e clamorosi fallimenti politici dietro presunte colpe dei cittadini». A dichiararlo è il senatore di Forza Italia Giuseppe Mangialavori in riferimento al contenuto della lettera che, in vista delle prossime elezioni comunali previste per il 21 ottobre nella Perla del Tirreno, la parlamentare pentastellata Dalila Nesci ha indirizzato ai propri concittadini per motivare la scelta di non presentare lista con il simbolo del movimento e di non appoggiare nessun candidato. «Le ultime dichiarazioni di Dalila Nesci - argomenta Mangialavori -, che al Sud è stata l'unica candidata alla Camera del M5S ad aver perso nel proprio collegio maggioritario, lasciano sgomenti per la superficialità e la strumentalità del loro contenuto. La parlamentare pentastellata - continua Mangialavori - ha giustificato la mancata presentazione di una lista del Movimento alle prossime Comunali di Tropea con il passo indietro di alcuni cittadini che, a suo dire, avrebbero paura di impegnarsi per non precisate “ripercussioni personali che la loro esposizione politica avrebbe potuto procurare”. Le affermazioni della deputata - aggiunge il senatore di FI - sono gravissime perché tentano di nascondere un flop politico e personale enorme (Tropea a Nesci ha dato anche i natali) e di scaricarlo sui cittadini. E siccome è più facile puntare il dito che assumersi le responsabilità dei propri fallimenti, la fortunata parlamentare grillina, probabilmente ancora indispettita per la pessima figura elettorale rimediata il 4 marzo, preferisce mettere all'indice un'intera comunità, a suo avviso composta da cittadini pavidi, da una parte, e, dall'altra, da persone pronte ad avviare ritorsioni per fermare il cambiamento finora solo propagandato dal Movimento».

Per Mangialavori sono «imbarazzanti, oltre che palesemente false, le parole di Nesci. Infatti, a quanto pare, per le prossime elezioni di Tropea sarebbero già pronte almeno tre liste; segno che i cittadini, evidentemente, vogliono impegnarsi in politica ma preferiscono non avere a che fare con il Movimento e i suoi rappresentanti nel territorio. Sento la necessità, allora - prosegue -, di rivolgere un accorato appello alla deputata Nesci: la smetta di criminalizzare strumentalmente un intero territorio e si sottoponga, piuttosto, a un bell'esame di coscienza, da abbinare a un imprescindibile bagno di umiltà. Magari, così facendo, potrebbe anche accorgersi dei tanti e gravi errori di valutazione commessi in queste ultime settimane e in questi anni, gli stessi errori che non le hanno consentito di vincere il collegio maggioritario nel quale si è presentata alle ultime Politiche. So già che Nesci, abituata a frequentare i media e i social più che i cittadini in carne e ossa, quegli stessi cittadini che, di contro, non vogliono avere a che fare con lei, risponderà prontamente a queste mie considerazioni blaterando di presunto cambiamento e di rivoluzione culturale e di “parole guerriere”; pertanto - conclude Mangialavori -, annuncio fin da ora che non risponderò alle sue imminenti provocazioni: a differenza sua, ho molti impegni in agenda, tra cui quello di lavorare per il bene di Tropea».     

LEGGI ANCHE: Comunali a Tropea, niente lista a cinque stelle: Dalila Nesci batte in ritirata      

 

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook