Carattere

L’ex consigliere regionale rimarca il valore del risultato ottenuto dallo schieramento ma avverte: «L’esperienza del Comune di Vibo sia monito per tutti noi, i cittadini non ci perdonerebbero l’ennesimo errore»

Politica

«Come previsto, il risultato che vede eletto a presidente della Provincia di Vibo Valentia, Salvatore Solano è la prova tangibile di quanto forte sia il centrodestra quando si presenta a una competizione compatto e attiva sinergie. Il voto ponderato sul candidato a presidente è talmente netto da non lasciare alcun dubbio, è un segnale che conferma la volontà di seguire una linea politica chiara, condivisa dai cittadini elettori che già, alle politiche della scorsa primavera si erano mostrati abbastanza in disaccordo con proposte posticce e che, a parer mio, hanno guidato la volontà degli attuali amministratori, evidentemente attenti alle dinamiche nazionali e regionali». A riferirlo in una nota è l’ex consigliere regionale Alfonso Grillo, esponente di Forza Italia, commentando positivamente il risultato scaturito dal voto per il rinnovo del consiglio provinciale dello scorso 31 ottobre. (L'articolo prosegue sotto la pubblicità)

«Ci ha visto lungo quindi chi, come il sottoscritto - aggiunge -, sin dalla prima riunione di interpartitica, ha messo al bando “accorduni” di vario tipo, impedendo la riproposizione di coltri sotto cui far mantecare interessi personali nel mentre il nostro territorio avvizzisce. Il cambio di marcia è evidente: ora si attendono risposte. Nel mentre si guarda con estremo interesse alla proposta di legge che archivierebbe quel decreto Delrio che tanti e troppi danni ha prodotto, per dare ai cittadini elezioni vere e ai rappresentanti eletti le condizioni e gli strumenti per poter assolvere al proprio mandato. Oggi il centrodestra compattamente, senza esitazione ha riconosciuto nella figura del sindaco di Stefanaconi, non solo la persona giusta a poter rappresentare tutti ma anche colui che avrà l’onere o l’onore di risollevare le sorti di una Provincia in frantumi, dopo ventotto anni in mano al centrosinistra. Sono certo che insieme al neopresidente Solano, a cui vanno le mie sincere congratulazioni, unitamente alla sua squadra e ai partiti che hanno costituito il quadro politico, faremo un ottimo lavoro per restituire dignità e autorevolezza ad un territorio che merita di essere messo al centro del quadro politico regionale per i tanti meriti e per le innumerevoli potenzialità».

Ancora, Grillo si congratula «con gli amministratori di ogni angolo della provincia che hanno saputo cogliere la proposta politica e con tutti quei movimenti civici, come ad esempio “Vibo Valentia da vivere” che, pur non avendo centrando, in prima battuta, l’elezione di un rappresentante, hanno profuso il massimo impegno. Ai colleghi di partito e della coalizione che, in questa circostanza, hanno manifestato grande maturità voglio però lanciare un appello: l’esperienza del Comune di Vibo sia monito per tutti noi, i cittadini non ci perdonerebbero l’ennesimo errore. Le elezioni provinciali, così concepite, non sono il termometro più appropriato per misurare la volontà degli elettori amministrati. Vibo Valentia ha un nuovo presidente di Provincia e il suo compito sarà oneroso, viste le condizioni dell’ente, e quindi avrà bisogno di ognuno di noi per soddisfare le aspettative della popolazione e per trasformare l’indice di ponderazione in voto reale». 

LEGGI ANCHEElezioni provinciali a Vibo, ecco la composizione del nuovo Consiglio

Elezioni provinciali a Vibo, Salvatore Solano è il nuovo presidente - Video

Elezioni provinciali a Vibo, Policaro il più votato: «È l’inizio di un percorso nuovo»

Elezioni provinciali, Pd fuori dai giochi a Vibo città. Sorride solo Lo Schiavo

Solano presidente della Provincia, Mangialavori: «Vibo si tinge d’azzurro»

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook