lunedì,Agosto 15 2022

Verso le regionali, partita chiusa nel Vibonese: ecco i candidati dei rispettivi schieramenti

Candidatura sul filo di lana per Censore con la lista Oliverio Presidente, mentre l’assenza di Pitaro potrebbe condizionare le intenzioni di voto nel centrodestra. La presentazione delle liste scade oggi alle 12

Verso le regionali, partita chiusa nel Vibonese: ecco i candidati dei rispettivi schieramenti

La presentazione ufficiale delle liste, in vista del voto per le elezioni regionali del 3 e 4 ottobre prossimi, scadrà oggi alle ore 12, ma i giochi sembrano ormai chiusi. Tranne – naturalmente – ripensamenti e sorprese dell’ultima ora che in politica non mancano. Nel Vibonese, dunque, in linea di massima confermate negli schieramenti le indiscrezioni e le previsioni della vigilia sui candidati alla carica di consigliere regionale che sosterranno i rispettivi aspiranti alla carica di governatore della Calabria. Due comunque le sorprese da annotare sui taccuini: la prima – come si ricorderà – è rappresentata dalla mancata candidatura del consigliere uscente Vito Pitaro. Fatto, questo, che potrebbe avere dei riflessi sulle intenzioni di voto di una parte dell’elettorato vibonese di centrodestra (ma Pitaro per una vita è stato nel centrosinistra), “orfano” di un suo rappresentante. E poi c’è da registrare la candidatura al rush finale di Bruno Censore nella lista Oliverio Presidente per la Calabria, che nelle Serre Vibonesi dovrà vedersela con Luigi Tassone, consigliere regionale uscente, suo ex “delfino” e candidato del Pd. [Continua in basso]

Jole Santelli

Una tornata elettorale che, peraltro, arriva in anticipo per via della prematura scomparsa della presidente Jole Santelli (Forza Italia) e rinviata già due volte a causa della pandemia da Covid 19. Quattro sono gli aspiranti alla carica di presidente della giunta regionale, dopo che il centrosinistra non ha trovato l’accordo definitivo con Mario Oliverio: Roberto Occhiuto (centrodestra), che avrà dalla sua sette liste: Forza Italia, Forza Azzurri, Fratelli d’Italia, Lega, Udc, Coraggio Italia, Noi con l’Italia. Amalia Bruni (centrosinistra), la quale avrà anche lei sette liste: Pd, Amalia Bruni Presidente, Tesoro Calabria, M5S, Partito socialista, Europa Verde, Partito Animalista. Luigi De Magistris (in campo con una coalizione civica) potrà, invece, contare su sei liste: De Magistris presidente, DeMa, Uniti con de Magistris, Per la Calabria con de Magistris, Calabria Resistente e Solidale e Un’altra Calabria è possibile. Chiude Mario Oliverio con una sola lista, quella denominata Oliverio Presidente per la Calabria. Questi, dunque, i candidati (non tutti ufficiali perché alcune liste devono ancora essere depositate) della provincia di Vibo Valentia.

Centrodestra

Silvio Berlusconi e Roberto Occhiuto

Michele Comito, primario di Cardiologia all’ospedale Jazzolino, sarà l’uomo su cui punterà Giuseppe Mangialavori, senatore e coordinatore regionale azzurro. Michele Comito è candidato nella lista di Forza Italia. E ancora per il centrodestra: Francesco De Nisi, ingegnere, ex presidente della Provincia di Vibo con il centrosinistra, sarà candidato con Coraggio Italia, il partito che a livello nazionale fa riferimento a Giovanni Toti, mentre Sabatino Falduto, avvocato, ex assessore al Comune di Vibo Valentia con la giunta di Nicola D’Agostino (centrodestra), poi saltato nel Pd divenendo consigliere comunale nella scorsa consiliatura, correrà invece per Fratelli d’Italia insieme a Maria Brosio, ex sindaco di Parghelia.  I nomi di “Noi con L’Italia” di Maurizio Lupi, sono quelli di  Massimo L’Andolina, dirigente medico all’ospedale di Tropea e consigliere comunale a Tropea, di Maria Rosaria Nesci. Nella lista “Forza Azzurri” trova spazio l’ex sindaco di Pizzoni Tiziana De Nardo. Infine, la Lega. Da mesi il candidato individuato dal partito vibonese di Salvini è l’avvocato penalista vibonese Francesco Muzzopappa, già esponente dei socialisti, consigliere al Comune di Vibo nel 2002. E’ presidente del Cda della Banca di San Calogero e Maierato. Quindi, Franca Mercatante, candidata con l’Udc. [Continua in basso]

Centrosinistra

Amalia Bruni, candidata alla presidenza della Regione Calabria

Piena conferma per i candidati vibonesi del Partito democratico che correranno per la Bruni. Sono due: si tratta di Raffaele Mammoliti, storico dirigente della Cgil che nel 2020 ha sfiorato l’elezione, e Luigi Tassone, ingegnere civile, consigliere regionale uscente e già sindaco di Serra San Bruno. Il Movimento Cinque Stelle punterà tutto, invece, sull’attuale capogruppo al Comune di Vibo Valentia, l’architetto Domenico Santoro, sostenuto dal deputato vibonese Riccardo Tucci. In campo, inoltre, ancora una volta, l’ex primario del reparto di Neurologia dell’ospedale civile Jazzolino di Vibo Valentia Domenico Consoli, fuori nell’ultima tornata elettorale dall’assise regionale per pochi voti, e l’attuale presidente dell’Ordine provinciale dei medici di Vibo Valentia Antonino Maglia. Entrambi dovrebbero essere candidati per il territorio provinciale con la lista della presidente. E poi ci sono Giuseppe Condello, sindaco di San Nicola da Crissa, e Maria Domenica Calogero, docente, in campo per il Partito socialista. Al fianco di Carlo Tansi, invece, che sosterrà la Bruni con due liste, per il Vibonese sarà della partita e la docente Lucia Quattrocchi. 

Luigi De Magistris

Luigi De Magistris

Al fianco del candidato presidente della Regione Calabria, nonché attuale sindaco di Napoli ed ex magistrato Luigi De Magistris, oltre alla oramai nota candidatura nella lista del presidente del notaio vibonese Antonio Lo Schiavo, ex candidato a sindaco per il centrosinistra, già lo scorso anno in corsa per la coalizione sempre di centrosinistra. Gli altri candidati che saranno inseriti nelle restanti liste sono Pino Grillo, titolare di un Centro servizi, Carla Piro, docente, Elisabetta Furlano, Michele Rombolà, dentista, Nicole Amodio, dottoressa in Scienze politiche e pubblica amministrazione, Cecilia Poggi, commercialista,  Marcella Murabito, impiegata contabile e attuale segretaria del circolo di Vibo di Rifondazione comunista, Florinda Albino, assessore uscente al Comune di Joppolo, Angela Martino, ex presidente nazionale dei malati di Sclerosi multipla, Giovanna Aurora Corso, di Limbadi e Giuseppe Francica, di Briatico, entrambi nella lista Calabria resistente e solidale.  [Continua in basso]

Mario Oliverio

Mario Oliverio

I candidati nella lista di Oliverio Presidente per la Calabria sono Francesco Arena, medico di famiglia, Bruno Censore commercialista, già deputato, nonché ex consigliere regionale e sindaco di Serra San Bruno, e Giovanna Giacco, imprenditrice di Vibo Marina.

Articoli correlati

top