Stefanaconi, l’Amministrazione annuncia: «Nel 2019 al via cantieri per 2 milioni di euro»

Nella consueta assemblea pubblica di fine anno il sindaco Solano ha stilato il bilancio amministrativo del 2018 e comunicato l’avvio di importanti interventi

Nella consueta assemblea pubblica di fine anno il sindaco Solano ha stilato il bilancio amministrativo del 2018 e comunicato l’avvio di importanti interventi

Informazione pubblicitaria
L'assemblea pubblica di fine anno
Informazione pubblicitaria

In occasione del consueto appuntamento di fine anno, l’amministrazione comunale di Stefanaconi ha voluto condividere con la popolazione i risultati raggiunti nell’anno da poco andato in archivio. Alla presenza dei presidenti delle associazioni e dei tanti cittadini che anche quest’anno hanno inteso parteciparvi, ad aprire i lavori è stato il presidente del consiglio comunale Fortunato Cugliari, il quale ha definito l’iniziativa in questione «Un esempio di democrazia partecipata che ha come principale obiettivo quello di informare i cittadini, rendendoli partecipi di un nuovo modo di fare politica, aperto e collaborativo». Parole che hanno preceduto la relazione del sindaco Salvatore Solano il quale, prima di affrontare gli aspetti amministrativi, ha inteso ringraziare le associazioni che si sono spese sul territorio per far sì che il motto della lista SiAmo Stefanaconi, “VogliAmo un paese che sappia riappropriarsi del suo senso di essere comunità”, divenisse «un processo sociale inarrestabile». Quindi il sindaco ha ricordato le attività della Biblioteca comunale, tra le quali il progetto della “Res Pubblica dei ragazzi” promosso dalla Promotors Aps a favore delle giovani generazioni che porterà alla realizzazione di opere nelle piazze del paese con sopra incisi gli articoli della Costituzione. Altra realtà citata dal primo cittadino è la scuola di ballo, di musica e di canto promossa dalla Scuola di spettacolo popolare (Spops). A tali iniziative si sono aggiunte nel corso del 2018, il Mediterranean Food and Art Festival, la Giornata dello Sport e l’Estate Stefanaconese, che nei due mesi estivi hanno ridato vita alla villa comunale. La relazione del sindaco Solano, ha poi toccato per punti le «tante cose fatte, al netto del miglioramento della qualità dei servizi: la raccolta differenziata che ha raggiunto una percentuale pari al 71%, la bitumazione di alcune strade, il collettamento fognario della frazione Morsillara, i lavori di arredo urbano, ecc.». Quindi l’attività amministrativa con «i tanti provvedimenti licenziati dal consiglio comunale tra i quali l’approvazione dei diversi regolamenti sulla funzione dei pubblici servizi e, tra questi, quello sulla videosorveglianza e sulle foto-trappole e sulla rateizzazione dei tributi. Gli sforzi di quest’anno diventeranno una base di partenza – ha detto Solano -, per rilanciare il nostro comune in un ottica sempre più propositiva, capace di diventare un modello da seguire, offrendo nello stesso tempo anche opportunità di lavoro». Il sindaco ha ancora ricordato che tra non molto l’Arsac aprirà la sua sede provinciale proprio a Stefanaconi: «Questo consentirà di beneficiare di una convenzione stipulata con il Comune che andrà a sostenere soprattutto i nostri agricoltori». Dopo il resoconto relativo al 2018, Solano ha annunciato che nel 2019 partiranno lavori per circa 2 milioni di euro: «Procederemo – ha elencato – all’efficientamento energetico della pubblica illuminazione; alla ristrutturazione e messa a norma del Centro sportivo polivalente; al completamento del cimitero nuovo; al collegamento stradale Morsillara e realizzazione piazzola; alla demolizione e nuova costruzione della Scuola elementare; all’adeguamento sismico della Scuola media; al ripristino dell’officiosità idraulica del canale “Maddalena”». 

Informazione pubblicitaria