Carattere

In servizio all’ospedale di Serra, dal 2015 era il responsabile della Struttura speciale dell’attuale presidente della commissione Sanità della Regione 

Politica

L’Asp di Vibo Valentia ha concesso il nulla osta al suo dipendente Benito Monteleone, 57 anni, operatore tecnico in servizio all’ospedale di Serra San Bruno, per l’assunzione dell’incarico di autista nella Struttura speciale del presidente della terza Commissione consiliare della Regione Calabria, Michele Mirabello. Il nulla osta porta la firma del direttore “Gestione e sviluppo risorse umane” dell’Asp, Bruno Calvetta, e del responsabile del procedimento Emanuela Greco. L’incarico di Benito Monteleone - già facente parte della “Struttura speciale” dell’allora consigliere regionale del Pd, Bruno Censore (sin quando lo stesso Censore nel febbraio del 2013 non era stato eletto alla Camera dei deputati) - avrà durata di dodici mesi. Era stato il consigliere regionale Michele Mirabello (in foto) a chiedere all’Asp di Vibo il 29 dicembre 2014 - un mese dopo la sua elezione al Consiglio regionale - di attivare il procedimento amministrativo di comando con l’incarico di responsabile della sua struttura speciale per il dipendente Benito Monteleone che il 30 dicembre 2014 quindi aveva comunicato all’Azienda sanitaria di accettare il comando in oggetto. Con il nuovo nulla osta, le spese per il dipendente dell’Asp, Benito Monteleone, passano nell’esclusiva competenza della Regione Calabria (quale responsabile di “Struttura speciale” di un consigliere regionale la paga mensile si aggira sui 3.700 euro lordi al mese). 

 

 

Lacnews24.it
X

Seguici su Facebook