Carattere

Cittadini richiamati alle urne nei popolosi centri di Mileto, Nicotera e Rombiolo. Schieramenti politici in fermento anche nei comuni più piccoli come Mongiana, Simbario e Vallelonga

Politica

Non solo Vibo Valentia. A rinnovare i rispettivi consigli comunali nel prossimo turno elettorale previsto a primavera non sarà unicamente il capoluogo di provincia. Ad essere chiamati alle urne, probabilmente il 26 maggio in concomitanza con il voto per le elezioni europee (anche se non si esclude uno slittamento delle consultazioni a giugno), saranno altri 11 Comuni della provincia. In nove di questi le attuali consiliature arriveranno alla scadenza naturale del mandato. Si tratta di DrapiaMongiana, Pizzoni, Rombiolo, Simbario, Sorianello, Soriano, Vallelonga e Zungri. Al contrario, nei centri demograficamente più consistenti, Mileto e Nicotera, si torna alle urne rispettivamente dopo le dimissioni dell’ultimo sindaco eletto, Rosetta Mazzeo, che ha lasciato lo scranno a circa tre mesi dall’insediamento, e dopo il mancato raggiungimento del quorum - in presenza di una sola lista - nel turno seguito al commissariamento del Comune nicoterese per infiltrazioni mafiose nel corso del mandato del sindaco Franco Pagano. Nella capitale normanna schieramenti già al lavoro per la definizione delle liste. A manifestare la volontà di candidarsi sono stati il leader di Città futura Fortunato Giordano, già in corsa nel precedente turno, il funzionario della Procura di Vibo Giulio Caserta e il commercialista Antonio Arena. In fibrillazione anche altri esponenti della politica locale. A Nicotera di nuovo in corsa Pino Marasco, già protagonista in solitaria nelle ultime consultazioni. Questa volta avrà una controparte nel Cantiere civico che unisce associazioni e movimenti e che potrebbe presto lanciare una candidatura al femminile. Scorrendo l’elenco dei comuni più popolosi ecco Rombiolo dove il sindaco uscente, Giuseppe Navarra, ha esaurito i due mandati a sua disposizione e dovrà cedere il testimone. Il centrosinistra, sotto l’egida dell’ex vicepresidente della Provincia Pino Barbuto sarebbe al lavoro per comporre una lista e individuare un potenziale candidato, così come il centrodestra che qui conta di poter tornare alla guida di un comune storicamente a trazione progressista. Non è da escludere un interessamento dei cinquestelle che in paese e nelle frazioni annoverano diversi militanti. Chi invece potrebbe ricandidarsi per il terzo mandato, essendo i rispettivi comuni al di sotto dei 3000 abitanti, sono i primi cittadini di Soriano, Francesco Bartone; Sorianello, Sergio Cannatelli; Vallelonga, Abdon Servello; Zungri, Francesco Galati. Potrebbero ambire al secondo mandato i primi cittadini di Drapia, Antonio Vita; Mongiana, Bruno Iorfida; Simbario, Ovidio Romano; Pizzoni, Tiziana De Nardo. Ancora fitta l’interlocuzione nei comuni in questione. Vanno verso la sicura ricandidatura Bartone a Soriano, che con ogni probabilità dovrà scontrarsi con il suo quasi omonimo Vincenzo Bartone, medico e già primo cittadino; Bruno Iorfida a Mongiana, che se la vedrà con il capogruppo d’opposizione Francesco Angilletta

Seguici su Facebook