Comunali a Vibo, Fratelli d’Italia agli alleati: «Evitare fughe in avanti»

L’invito di Anello e La Gamba: «Lavoriamo all’unità del centrodestra, bisogna fare scelte ponderate»

L’invito di Anello e La Gamba: «Lavoriamo all’unità del centrodestra, bisogna fare scelte ponderate»

Informazione pubblicitaria
La Gamba, Ferro e Anello
Informazione pubblicitaria

«Meglio prendersi una settimana in più, che possa portare ad una scelta consapevole e ponderata, che non assumere decisioni affrettate che si ripercuoterebbero negativamente sul progetto che abbiamo avviato». Fratelli d’Italia a Vibo Valentia va con i piedi di piombo, ed invita anche gli alleati a fare altrettanto. Nel corso degli ultimi giorni sembrano essersi raffreddati gli entusiasmi (per la verità mai saliti a “livelli di guardia”) attorno al nome che era saltato fuori la scorsa settimana per la guida del centrodestra alle prossime amministrative, dove la città sarà chiamata a scegliere il suo sindaco con annessi consiglieri. È in stand-by, al momento, la candidatura di Domenico Sorace, e già si guarda oltre, si pensa a quale possa essere la figura giusta per creare una sintesi tra le varie realtà politiche che siedono al tavolo del centrodestra.

Informazione pubblicitaria

Ma come detto, dal partito guidato da Giorgia Meloni arrivano inviti alla prudenza. Il segretario cittadino Raffaele Anello e il dirigente nazionale Pasquale La Gamba vanno in questa direzione: «Al tavolo del centrodestra partecipiamo convinti che dal dialogo e dal confronto possa nascere qualcosa di importante per rimettere gli interessi della città al centro dell’azione amministrativa. Ed è su questo, in particolare, che stiamo lavorando. In questa fase la cosa più importante non è il mero nome del candidato a sindaco, che assumerà una valenza fondamentale più in là, bensì la convinzione di lavorare ad un progetto che abbia le sue basi nell’unità del centrodestra. È anche per tale motivo che ci sentiamo di invitare tutti gli alleati ad una maggiore prudenza e ad evitare fughe in avanti che possano penalizzare il discorso avviato». Insomma, il tempo per scegliere il nome c’è. E soprattutto ci devono essere i modi, perché il riferimento dei due ad evitare fughe in avanti è una sorta di richiamo agli alleati affinché ogni discussione sia collegiale. Quanto alla “salute” interna del partito, Anello e La Gamba non hanno dubbi: «Ogni iscritto, ogni dirigente è compatto attorno alla guida della nostra parlamentare di riferimento, Wanda Ferro».

LEGGI ANCHEComunali a Vibo, centrodestra dubbioso: passo indietro di Sorace?

Comunali a Vibo, l’Udc lascia la porta aperta: «Ancora nulla è deciso»

Comunali a Vibo, l’Udc sta con il centrodestra. Console: «Il candidato sia condiviso»

Comunali a Vibo, Mangialavori: «Il nome di Sorace nato dal confronto nella coalizione»