Strade colabrodo, lavori pubblici, discariche a Filandari: opposizione all’attacco

Il gruppo “Il coraggio di cambiare” presenta un’interrogazione articolata in 11 punti per chiedere risposte all’esecutivo a nove mesi dall’insediamento

0
1
Una discarica a Filandari
Informazione pubblicitaria

Un’interrogazione in 11 punti sullo stato complessivo del comune e delle sue frazioni a nove mesi dall’insediamento dell’amministrazione. I consiglieri di Filandari del gruppo “Il coraggio di cambiare”, Mannina Grasso e Antonino Fuduli, incalzano il sindaco e l’assessore ai Lavori pubblici chiedendo spiegazioni su innumerevoli questioni sollevate e fino ad oggi prive di adeguato riscontro da parte dei destinatari

Informazione pubblicitaria

Si parte dagli interventi di manutenzione della rete idrica alle strade interpoderali e comunali che risultano «impercorribili», come la Filandari-Scaliti e la Scaliti-Mileto o quella che collega Pizzinni ad Arzona. Ed ancora, l’illuminazione della Mesiano-Papaglionti e la sistemazione del bivio di Pizzinni, in cui una decina di ragazzi prende il pullman la mattina per raggiungere Vibo. La richiesta di risposte riguarda anche la riqualificazione della grotta di Santa Cristina di Scaliti e la sistemazione dei giochi in piazza. Altra richiesta è quella indirizzata alla Provincia affinché installi bande rumorose a strisce rosse lungo il tratto della Sp 17 nell’abitato di Mesiano. Ed ancora, la Grasso e Fuduli incalzano l’esecutivo sulla gestione degli spazi verdi da dare in gestione a privati cittadini o enti privati alla messa in sicurezza della piazza di Arzona; dal criterio di assegnazione del lavoro per le luminarie natalizie alla fogna a cielo aperto in località Lutrà e Scaliti per concludere con le spiegazioni in merito alla discarica abusiva di cui è stato dato conto anche sulla stampa. «Non abbiamo ottenuto ancora nessuna risposta – attacca l’opposizione – e niente si muove. Ci auguriamo che il sindaco, gli assessori e i consiglieri di maggioranza, diano conto del loro operato perché non si può assistere passivamente a questo scempio perpetrato ai danni del Comune di Filandari».

LEGGI ANCHEA Filandari una bomba ecologica pronta ad esplodere – Video