mercoledì,Gennaio 19 2022

Vibo, riqualificazione di Piazza Municipio: vince uno studio di Lisbona. Calabrese il capo del team

L’idea progettuale presentata al concorso scelta dall’apposita commissione aggiudicatrice. Per l’intervento il Comune capoluogo ha ottenuto un contributo statale per un importo pari ad un milione di euro “per ciascuno degli anni 2021 e 2022 per spese di investimento”

Vibo, riqualificazione di Piazza Municipio: vince uno studio di Lisbona. Calabrese il capo del team
Piazza Municipio oggi

È stato il gruppo di lavoro guidato dall’architetto Raffaele Sarubbo, con studio da sei anni a Lisbona (ma con una sede pure a Roma), anche se lui è un calabrese originario di Praia a Mare, ad aggiudicarsi il concorso di progettazione a procedura aperta per la “Progettazione dell’intervento di rigenerazione e riqualificazione urbana di piazza Martiri d’Ungheria”, meglio conosciuta come piazza Municipio, bandito dall’amministrazione comunale di Vibo Valentia. Della “squadra” di professionisti guidati dal capogruppo Raffaele Sarubbo fanno parte l’architetto Sara Maduro, l’ingegnere Luca Covello, il geometra Natale Gallo e l’archeologo vibonese Manuel Zinnà.

A decretare la vittoria dell’idea progettuale presentata dallo studio “Office X” di architettura di Lisbona è stata l’apposita commissione giudicatrice che era composta dal dirigente del settore Lavori pubblici di Palazzo Luigi Razza Domenico Scuglia, in qualità di rappresentante della Stazione appaltante, presidente; dall’architetto vibonese Luigi Tommaso Achille, rappresentante designato dall’Ordine degli architetti di Vibo Valentia, componente; dall’architetto Alfonso Femia, visiting professor alla Kent State University di Firenze e alle Facoltà di Architettura di Ferrara e di Genova, componente; dall’architetto Giovanni Multari, professore presso il Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, componente; dall’architetto Michelangelo Pugliese, dottore di ricerca in “Architettura del Paesaggio”, docente a contratto dell’Università di Napoli Federico II, componente. [Continua in basso]

Progetto ancora “nascosto”

Tuttavia, al momento, non si conosce nulla del progetto di riqualificazione della piazza vincitore del concorso, in quanto manca ancora la graduatoria definitiva che sarà approvata a seguito della conclusione delle procedure di verifica (il possesso dei requisiti richiesti e previsti nel disciplinare di concorso e nella specifica normativa di settore, costituisce infatti condizione inderogabile per l’assegnazione dei premi e per l’affidamento al vincitore del concorso dei servizi di progettazione stabiliti) da parte dell’amministrazione comunale. Dopodiché, se tutto sarà in regola, si procederà con l’esposizione pubblica di tutte le tavole progettuali. In ogni caso la nuova sistemazione di piazza Municipio – scrive il dirigente Domenico Scuglia nella determina che formalizza la conclusione delle procedure concorsuali con l’indicazione del progetto vincitore – ha dovuto rispettare «i caratteri più specifici del luogo, la normativa vigente, e consentire il recupero di questo importante spazio pubblico per la vita cittadina, mediante soluzioni che consentano di qualificare il valore della piazza come “luogo” riconoscibile, creando uno scenario urbano innovativo ma rispettoso dei valori storici e culturali di interesse».

Il lavoro della commissione

La commissione del concorso di progettazione

La commissione ha, dunque, esaminato in questi ultimi mesi i progetti presentati dai candidati in forma anonima e unicamente sulla base dei criteri specificati nel bando di concorso. L’anonimato è stato rispettato sino alla decisione della commissione che nei suoi pareri e nelle sue decisioni è stata autonoma. Il concorso di progettazione a procedura aperta è stato articolato in due gradi: in modalità informatica, con valutazione nel primo grado delle cinque migliori proposte ideative senza formazione di graduatorie di merito né di assegnazione di premi. Tali migliori cinque proposte hanno avuto poi accesso al secondo grado, consistente nella redazione del progetto di fattibilità tecnica ed economica dell’intervento di riqualificazione della piazza. Solo successivamente è stato, quindi, individuato il vincitore del concorso al quale, previa verifica del possesso dei requisiti di legge, saranno affidati con procedura negoziata, le prestazioni tecniche afferenti: il progetto definitivo, il progetto esecutivo, il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione e la direzione lavori. [Continua in basso]

Concorso voluto dall’assessore Russo

Va ricordato che il concorso di progettazione a procedura aperta (e quindi senza bando) è stato fortemente voluto dall’assessore comunale ai Lavori pubblici Giovanni Russo con il coinvolgimento dell’Ordine provinciale degli architetti. Per la riqualificazione della piazza, il Comune capoluogo ha ottenuto, a suo tempo, un contributo statale per un importo pari ad un milione di euro “per ciascuno degli anni 2021 e 2022 per spese di investimento”.

Articoli correlati

top