lunedì,Maggio 20 2024

Comune di Spilinga, assessore donna cercasi e alla fine arrivò…un uomo

Nelle scorse settimane il sindaco aveva espletato un interpello per trovare una figura di sesso femminile quale nuovo componente dell'esecutivo

Comune di Spilinga, assessore donna cercasi e alla fine arrivò…un uomo
Il Municipio di Spilinga
Il sindaco Marasco

Fumata nera per l’entrata in Giunta di una donna al Comune di Spilinga. Non ce l’ha fatta il sindaco Enzo Marasco a trovare una persona di sesso femminile quale nuovo membro del suo esecutivo. Per lo scopo, infatti, nelle scorse settimane il primo cittadino aveva messo in atto una procedura del tutto inusuale: individuare tramite una manifestazione di interesse una donna che fosse in grado di ricoprire l’incarico di assessore dopo le dimissioni di Laura Pontoriero la quale, fino allo scorso 28 novembre aveva detenuto le deleghe alla sanità, pubblica istruzione, pari opportunità e associazionismo. Ma la scelta di ricorrere a un interpello si è rivelata vana, infruttuosa. Pertanto, vista l’impossibilità di procedere in tal senso, al sindaco – in deroga alla legge sulla parità di genere – non è rimasto altro che nominare un assessore di sesso maschile, nella persona di Domenico Pontoriero, consigliere comunale. [Continua in basso]

La via dell’interpello non ha dato gli esiti sperati dall’amministrazione, poiché le due candidature pervenute non sono state, di fatto, ritenute idonee a seguito dell’apposito colloquio: la prima candidata ha dichiarato di non avere alcuna esperienza amministrativa, requisito indispensabile richiesto dal bando, nonché di non conoscere al momento il programma elettorale presentato dalla lista “Uniti per Spilinga” e la realtà territoriale e l’aspetto sociale della comunità che dovrebbe rappresentare. Altro elemento valutato è stato l’aperta e manifesta dichiarazione di discordanza politica con il sindaco. Anche la seconda candidata ha dichiarato di non avere alcuna esperienza amministrativa, di non conoscere la realtà sociale e che per esigenze personali non potrebbe assicurare per almeno tre giorni a settimana, per come richiesto, la presenza in orari antimeridiani, ma solo in quelli pomeridiani. La sostanziale infruttuosità dell’interpello e la necessità di una tempestiva operosità della Giunta comunale sono stati ritenuti, dunque, “motivi più che sufficienti per dare corso ad una composizione della Giunta comunale che prescinda dal requisito della rappresentanza di genere nell’esecutivo. E, al riguardo, è stata richiamata la sentenza n.13 dell’8 gennaio 2020 con la quale il Tar Puglia ha osservato che il rispetto del principio di parità tra uomo e donna non può in alcun modo determinare un’interruzione dell’esercizio delle funzioni politico-amministrative e che, pertanto, tale principio può essere derogato nel caso in cui sussista una effettiva impossibilità di assicurare la presenza di entrambi i generi nella compagine giuntale”. Da qui, dunque, la decisione di provvedere alla nomina di una figura di sesso maschile come nuovo assessore in sostituzione di quello dimissionario con l’attribuzione delle relative deleghe, nella persona dell’attuale consigliere comunale Domenico Pontoriero, 59 anni, a cui sono state affidate le deleghe relative alla manutenzione stradale, servizio idrico, decoro urbano e verde pubblico.

LEGGI ANCHE: Il Comune di Spilinga resta senza assessori esterni donne e il sindaco si affida a un…interpello

Articoli correlati

top