Videosorveglianza e recupero di Villa Elena, 300mila euro per il Comune di Stefanaconi

Firmata la convenzione con la Regione Calabria per la riqualificazione funzionale dell’area verde e per l’installazione di un sistema di sicurezza sul territorio. La soddisfazione del sindaco Di Sì

Firmata la convenzione con la Regione Calabria per la riqualificazione funzionale dell’area verde e per l’installazione di un sistema di sicurezza sul territorio. La soddisfazione del sindaco Di Sì

Informazione pubblicitaria

Un finanziamento di 295mila è stato concesso al Comune di Stefanaconi dalla Regione Calabria per la manutenzione straordinaria di Villa Elena e per l’installazione di un sistema di videosorveglianza.

Martedì scorso la firma della convenzione tra i due Enti, alla presenza del sindaco del piccolo centro vibonese Salvatore Di Sì. «Il progetto – ha fatto sapere il primo cittadino – sarà interamente finanziato con i fondi destinati ai Cls (Contratti locali di sicurezza) per la provincia di Vibo Valentia ed è frutto di un lavoro costante e attento dell’amministrazione comunale».

Evidentemente soddisfatto, il sindaco ha inteso «condividere il risultato conseguito con tutti i cittadini. Si tratta – ha aggiunto – di un progetto importante che consentirà al comune di dotarsi di un sistema di sicurezza in alcuni punti critici del territorio ed, ancora, di avviare il restauro conservativo di Villa Elena che ha bisogno di un nuovo look per tornare a splendere». Di Sì pensa, in particolare, «allo splendido anfiteatro che necessita di interventi di manutenzione straordinaria».

E, riferendosi ancora alla riqualificazione della villa comunale, il sindaco prosegue: «Tutto ciò ci consentirà di rendere più agevole organizzare eventi che l’amministrazione e le associazioni programmano, specie nel periodo estivo, per dare lustro ad un paese come il nostro che ha bisogno di cultura, speranza e apertura verso l’esterno. Un spazio pubblico attrezzato a verde in pieno centro storico rappresenta un importante luogo d’incontro e scambio se vogliamo essere protagonisti in una società integrata e in un mondo che cambia velocemente».

Infine l’impegno: «Continueremo su questa strada intrapresa con le istituzioni regionali, nazionali e comunitarie, sempre con la volontà di creare sinergie e cogliere le opportunità che si presentano, con la modestia e la passione politica che ci contraddistinguono, per dare – ha concluso – soddisfazione ai cittadini che ci osservano e ci giudicano».