Pizzo, bagno di folla per Callipo: «Basta fango su di me» (VIDEO)

Dopo le notizie sul sostegno ricevuto da Leonardo Sacco, il primo cittadino in piazza incassa la vicinanza di numerosi sostenitori mentre il Movimento 5 Stelle respinge le accuse: «Noi estranei alla vicenda»

Dopo le notizie sul sostegno ricevuto da Leonardo Sacco, il primo cittadino in piazza incassa la vicinanza di numerosi sostenitori mentre il Movimento 5 Stelle respinge le accuse: «Noi estranei alla vicenda»

Informazione pubblicitaria
Il comizio di Callipo in piazza a Pizzo
Informazione pubblicitaria

Io sto con Gianluca Callipo”. In mille, in piazza, per ribadire che il sindaco di Pizzo è “una persona perbene”, che “nulla c’entra con contesti criminali”. L’iniziativa pubblica, svoltasi nella serata di ieri in piazza della Repubblica, segue le notizie di stampa sull’appoggio ricevuto dalla Misericordia di Isola Capo Rizzuto e dal suo governatore Leonardo Sacco, travolti dalla bufera giudiziaria che ha fatto venire a galla il marcio del Cara crotonese e le malsane attenzioni del clan Arena sull’accoglienza dei migranti. 

Informazione pubblicitaria

Un appoggio ricevuto da Callipo, come svelano le intercettazioni, alle primarie regionali del Pd del 2014. “La realtà, però – dice il sindaco di Pizzo -, non risponde affatto alla sua rappresentazione”.

Sul fronte politico a sostegno di Callipo si è schierato il circolo cittadino del Pd che, attraverso il segretario Raffaello Molè, non ha usato mezzi termini: «Ormai è diventato rituale per gli sciacalli della politica tentare di gettare fango sugli avversari, soprattutto quando non hanno altro modo per rendersi visibili. È quanto hanno cercato di fare con Gianluca Callipo, che però li ha spiazzati offrendo chiarimenti lucidi e puntuali. I suoi detrattori, rosi dall’invidia e consapevoli di non poter competere con lui per manifesta inferiorità culturale, politica e umana, si arrampicherebbero su qualsiasi appiglio, anche il più improbabile, per attaccarlo. Ma anche questa volta si sono ritrovati con i piedi per aria».

Il Circolo cittadino del Pd di Pizzo esprime quindi «piena solidarietà al sindaco Callipo, così come ha già fatto e sta continuando a fare la stragrande maggioranza dei cittadini. Soltanto una persona di specchiata onestà e correttezza come Callipo poteva ricevere una tale dimostrazione di affetto e di vicinanza come quella che nelle ultime ore ha preso forma sui social e nella nostra Città».

Sulla vicenda è intervenuto pure il Movimento 5 stelle, impegnato a fronteggiare Callipo nella campagna elettorale in atto nella città napitina che l’11 giugno prossimo sarà chiamata a rinnovare il consiglio comunale. Un intervento voluto soprattutto per allontanare i sospetti dal movimento stesso.

«Quanto emerso – si spiega – ci è pervenuto, come all’intera cittadinanza e nazione, attraverso il quotidiano “la Repubblica” ed il Tg5, mezzi di comunicazione in alcun modo collegati al Movimento 5 Stelle. Pare anche banale, ma a questo punto necessario dirlo, viste le accuse di strumentalizzazione che ci sono piovute addosso, biasimando la nostra libertà di parola e di informazione, rispetto ad una vicenda già comunque portata da terzi a conoscenza dell’opinione pubblica».

Dunque i grillini spiegano che, proprio perché «consapevoli della circostanza che, chiedendo appoggi senza avere contezza di chi saranno i destinatari della richiesta, si possa profilare il serio rischio di essere coinvolti in dinamiche poco chiare, l’etica del movimento prevede che i consensi elettorali siano frutto di un confronto diretto con gli elettori, senza intermediari o negoziazioni di sorta».