Comunicazione istituzionale “firmata” Lega, Tassone (Pd): «Santelli prenda le distanze»

Il consigliere regionale d’opposizione si scaglia contro il vicepresidente Nino Spirlì: «Promuove il suo partito, non i prodotti tipici calabresi»
Il consigliere regionale d’opposizione si scaglia contro il vicepresidente Nino Spirlì: «Promuove il suo partito, non i prodotti tipici calabresi»
Informazione pubblicitaria
Luigi Tassone
Informazione pubblicitaria

«Suscita dubbi e perplessità la strana campagna promozionale, lanciata dal vicepresidente della Regione Calabria, con delega alla Cultura, alle Politiche del commercio e dell’artigianato ed alla Legalità, Nino Spirlì per sostenere i prodotti calabresi. Peccato che sulle immagini proposte, oltre alla dicitura “Vicepresidenza della Regione Calabria”, appaia, come evidenziato anche dalla stampa,  il logo della Lega». È quanto afferma il consigliere regionale Luigi Tassone che invita la Giunta regionale a »lavorare concretamente per superare le difficoltà dell’agricoltura e dell’economia calabrese invece di concentrarsi su campagne pubblicitarie di partito».

E adesso la Lega si fa propaganda con i prodotti tipici calabresi

«Si tratta – spiega l’esponente del Pd – di un’operazione molto discutibile che mischia partito ed Istituzione, che genera confusione e che, proprio per questa sorta di forzata commistione, potrebbe avere anche effetti controproducenti. Preoccupa, in tal senso, il modo d’intendere il settore pubblico, piegando gli interessi collettivi agli obiettivi politici. Nello sperare che almeno non siano state spese risorse pubbliche – conclude Tassone – invito la presidente Jole Santelli e tutta la Giunta regionale a prendere le distanze dall’accaduto e a far rimuovere tempestivamente il materiale pubblicitario prodotto».

Informazione pubblicitaria