giovedì,Luglio 29 2021

Coronavirus e riaperture, il sindaco di Vibo non smentisce la Santelli

Il primo cittadino si adegua alla criticata ordinanza della presidente della Regione Calabria e riapre parchi, mercati e altre attività. Ecco le novità

Coronavirus e riaperture, il sindaco di Vibo non smentisce la Santelli
Il presidente Santelli con il sindaco Limardo
Jole Santelli nei mesi scorsi a Tropea

Il sindaco di Vibo Valentia, Maria Limardo, non smentisce con proprie ordinanze quella della presidente della giunta della Regione Calabria, Jole Santelli (stesso partito politico, Forza Italia) e pur dichiarandosi impreparata, poiché la decisione della Santelli è arrivata all’improvviso e senza preavvisi, dichiara in Consiglio comunale di non poterla ignorare. Persino sulla salute dei cittadini, quindi, continuano a registrarsi prese di posizione a diversi livelli che ai più appaiono influenzate dalle appartenenze politiche e per la Limardo la presidente Santelli non è improvvisamente andata fuori di testa ma “ha solo anticipato di qualche giorno – ha dichiarato il sindaco – ciò che farà il Governo”.

Il sindaco di Vibo Valentia si è dichiarata disponibile ad incontrare le categorie di settore per capire come attuare l’ordinanza della Santelli per quanto attiene bar, pasticcerie, ristoranti e pizzerie. “Perchè il commercio è morto a Vibo – ha dichiarato il primo cittadino – e non può morire ancora di più”. Ma anche per il mercato delle Clarisse che dovrebbe ripartire l’11 maggio. I cimiteri, pur con le dovute limitazioni e distanze, riapriranno lunedì 4 maggio, mentre resterà chiusa Villa Gagliardi. Apertura, invece, per il Parco urbano di Moderata Durant ed il Parco delle Rimembranze.  

Canone di occupazione del suolo pubblico azzerato sino al 31 dicembre per gli esercizi commerciali già in regola con le concessioni, sospensione delle tassa di soggiorno mentre le strisce blu non si pagheranno sino al 30 giugno.

top