Comunali a Serra San Bruno: ecco i candidati dei tre schieramenti

Sono 36 gli aspiranti consiglieri, mentre si contendono la fascia di primi cittadini Biagio Figliucci per la lista “Per Serra Insieme”, Antonio Procopio per “Uniti per Serra” e Alfredo Barillari per “Liberamente”
Sono 36 gli aspiranti consiglieri, mentre si contendono la fascia di primi cittadini Biagio Figliucci per la lista “Per Serra Insieme”, Antonio Procopio per “Uniti per Serra” e Alfredo Barillari per “Liberamente”
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria
Antonio Procopio

Giochi chiusi a Serra San Bruno per le elezioni comunali del 20 e 21 settembre. Tutto pronto per la partenza della campagna elettorale che vede ai nastri di partenza tre candidati a sindaco: Antonio Procopio per “Uniti per Serra” e Alfredo Barillari per “Liberamente”, Biagio Figliucci con la lista “Per Serra Insieme”. [Continua]

Informazione pubblicitaria

Questi i candidati a consigliere comunale con la lista “Uniti per Serra”: Luigi Tassone; Vincenzo Damiani; Gregorio De Caria; Giuseppe De Raffele; Maria Rosaria Franzè; Adele La Rizza; Rosanna Lo Iacono; Nensy Rachiele; Raffaele Tassone; Jlenia Tucci; Rosina Vellone; Francesco Zaffino.

Alfredo Barillari

Questi, invece, i candidati della lista “Liberamente”: Raffaella Ariganello; Maria Rosalba Calabretta; Piero Carchidi; Rosanna Federico; Carmine Franzè; Daniele Galeano; Sabina Maiolo; Raffaele Andrea Pisani; Giuseppina Pupo; Bruno Tassone; Giuseppe Zaffino; Salvatore Zaffino.

Infine i candidati della lista “Per Serra Insieme”: Maria Elisabetta Campese, Bruna Capone, Giuseppe Ferragina, Valeria Giancotti, Walter Lagrotteria, Vito Regio, Maria Spatula, Franca Turano, Carlo Valente, Fiorella Liberata Vellone, Domenico Zaffino e Vincenzo Bruno Zaffino.

Biagio Figliucci

Il “dietro le quinte”. La lista “Per Serra Insieme” che candida a sindaco il docente 38enne di Matematica e Fisica, Biagio Figliucci, racchiude ben cinque gruppi politici: gli uomini dell’ex sindaco Bruno Rosi, gli azzurri guidati dal vicecoordinatore provinciale di Forza Italia Michele Ciconte, gli ex assessori Valeria Giancotti e Brunella Albano (la prima candidata direttamente), i consiglieri comunali uscenti Walter Lagrotteria e Cosimo Polito (il primo candidato in prima persona), l’ex consigliere provinciale Giuseppe Raffele (non impegnato direttamente in lista).

Luigi Tassone e Bruno Tassone

La lista “Uniti per Serra” che candida a sindaco Antonio Procopio,  44 anni, già assessore nelle giunte degli allora primi cittadini Bruno Censore e Raffaele Loiacono, è sostenuto da quello che è stato ribattezzato come l’Acccorduni, ovvero l’alleanza politica fra l’ex assessore regionale al Lavoro Nazzareno Salerno (Forza Italia) e l’ex deputato del Pd Bruno Censore e che si propone di portare avanti il “progetto politico” che ha visto fedelissimi di Nazzareno Salerno, come Jlenia Tucci, concludere la consiliatura nelle vesti di vicesindaco dell’amministrazione guidata da Luigi Tassone (censoriano di ferro, sindaco uscente ed attuale consigliere regionale del Pd), nonostante alle precedenti amministrative del maggio 2016 gli uomini di Censore e Salerno si fossero presentati in netta contrapposizione con, rispettivamente, le liste “La Serra Rinasce” e “In alto volare”.

La lista “Liberamente” con Alfredo Barillari nelle precedenti elezioni amministrative del 2016 ha invece sfiorato il colpaccio venendo sconfitto a sindaco da Luigi Tassone solo per una manciata di voti. Nell’ultima consiliatura ha di fatto rappresentato l’unica opposizione al duopolio (Tassone-Tucci e quindi Censore-Salerno) che ha contraddistinto l’ultimo scorcio di vita politico-amministrativa dell’ente. 

Nazzareno Salerno e Jlenia Tucci

Serra al voto dopo le dimissioni di Tassone. Da ricordare – dato di primaria importanza – che Serra San Bruno ritorna al voto poiché Luigi Tassone ha scelto di rinunciare a fare il sindaco dopo l’elezione a consigliere regionale del Pd nello scorso mese di gennaio (provocando quindi, unitamente alle dimissioni degli altri consiglieri, lo scioglimento del consiglio comunale). Lo stesso Tassone che è ora ricandidato a consigliere comunale con la medesima coalizione che lo scorso anno ha portato al c.d. “Accorduni di Verona” (ovvero al “patto politico” siglato a Verona fra Nazzareno Salerno e Bruno Censore per anni ed anni acerrimi rivali politici senza esclusione di “colpi”) ed all’ingresso di Jlenia Tucci in giunta quale vicesindaco. In tale lista “Uniti per Serra” è inoltre candidata a consigliere comunale pure Rosanna Lo Iacono, figlia dell’ex sindaco Raffaele Lo Iacono.

Alle ore 19.15 di oggi – 21 agosto – è intanto prevista la presentazione della lista “Liberamente” in piazza Sergente Pelaia.

LEGGI ANCHE: Elezioni 2018, così Censore chiese aiuto a Pittelli e all’imprenditore in odor di mafia

Dal ’94 al 2015: “Rinascita Scott” e la storia segreta delle elezioni vibonesi

‘Ndrangheta e politica a Vibo, nuovi retroscena dalle inchieste di Gratteri – Video